Giovedì 18 Aprile 2024

Quella primavera ritrovata. Il romanzo giovanile di Morin

Il filosofo ha deciso di pubblicare, a 102 anni, il libro che scrisse nel ’46

Quella primavera ritrovata. Il romanzo giovanile di Morin

Quella primavera ritrovata. Il romanzo giovanile di Morin

All’età di 102 anni il sociologo e filosofo francese Edgar Morin, iniziatore del “pensiero complesso”, ha deciso che pubblicherà il suo romanzo giovanile. Intitolato L’année a perdu son printemps (L’anno ha perso la sua primavera) uscirà dall’editore francese Denoël il prossimo 5 giugno, tre giorni prima che Morin festeggi il suo 103esimo compleanno (è nato a Parigi 8 giugno 1921). Scritto nel 1946, all’età di 25 anni, e finora rimasto nei cassetti della scrivania del sociologo, il romanzo semi autobiografico racconta la storia di un giovane di Parigi, Albert Mercier, nato nel 1921, che perde la madre all’età di 10 anni. Abbandonato a se stesso dopo la morte della mamma, Albert forma una seconda famiglia con i suoi insegnanti e compagni di classe al Lycée Rollin. Nell’anno della maturità scoppia la seconda guerra mondiale e Albert sceglie da che parte stare e si unisce alla Resistenza.

Edgard Morin è famoso per l’approccio transdisciplinare con il quale ha trattato un’ampia gamma di argomenti, tra cui l’epistemologia. È stato presidente dell’Associazione per il Pensiero Complesso, a Parigi, e presidente dell’Agenzia europea per la Cultura ed è professore onorario dell’École des Hautes Études en Sciences Sociales, dove dal 1977 è stato direttore di studi. Attivissimo, Morin nel 2023 ha pubblicato Di guerra in guerra. Dal 1940 all’Ucraina invasa, e da meno di un mese è nelle librerie italiane con Ancora un momento. Testi personali, politici, sociologici, filosofici e letterari (Raffaello Cortina).

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro