Venerdì 12 Aprile 2024

Miglior regia agli Oscar 2024, chi sono i 5 in nomination. Triet unica donna

Justine Triet è l’unica donna in gara in questa categoria, Martin Scorsese da record con i suoi 81 anni

Roma, 9 marzo 2024 – Ecco i registi candidati agli Oscar 2024 per la Miglior regia

Martin Scorsese
Martin Scorsese

Christopher Nolan

Christopher Nolan, 53 anni, è il regista di “Oppenheimer”, ma anche di “Memento”, “Insomnia”, “Inception”, “Interstellar” e di “Dunkirk”, oltre che dell’enigmatico “Tenet” e della trilogia del cavaliere oscuro, reboot della saga di Batman. I suoi film affrontano, in maniera più o meno metafisici, i temi del tempo, della memoria, della identità personale. Ama una narrazione non lineare, che viaggia avanti e indietro nel tempo, fino a che lo spettatore si perde. È uno dei registi con maggiori incassi della storia del cinema. Era stato candidato all’Oscar per la miglior regia con “Dunkirk”, e per la migliore sceneggiatura originale con “Memento” e con “Inception”. Questo Oscar sarebbe il suo primo.

Yorgos Lanthimos

Yorgos Lanthimos, l’autore di “Povere creature!”, ha cinquant’anni. Ha sconvolto e spiazzato il pubblico di tutto il mondo con “The Lobster”, “Il sacrificio del cervo sacro”, “La favorita”. Ha vinto il Premio della giuria al festival di Cannes 2015 per “The Lobster”, il premio per la miglior sceneggiatura a Cannes 2017 per “Il sacrificio del cervo sacro”, e il Gran premio della giuria a Venezia 2018 per “La favorita”, che ottenne dieci nomination ai premi Oscar 2019.

Approfondisci:

Oscar 2024: dove vederli in Italia (in diretta tv) e a che ora inizia la premiazione

Oscar 2024: dove vederli in Italia (in diretta tv) e a che ora inizia la premiazione

Jonathan Glazer

Londinese, 49 anni, Jonathan Glazer è il film della gioiosa casetta con vista lager, “La zona di interesse”. Il film che racconta di Rudolf Hoss, primo comandante del lager di Auschwitz, al bordi del quale visse con la famiglia, che fingeva di ignorare la tragedia che si svolgeva a pochi metri di distanza. Glazer è autore di videoclip, spot pubblicitari, video installazioni. Il film con cui si era presentato all’attenzione internazionale è “Under the Skin”, in concorso al festival di Venezia 2013. Incluso in molte liste dei migliori film del decennio, è stato un fallimento al botteghino. L’estetica “gelida” di Glazer, questa sorta di piacere nel mettere lo spettatore a disagio, sembrano la sua firma autoriale.

Martin Scorsese

Martin Scorsese, ottantunenne, è una leggenda del cinema. L’epopea americana di “Killers of the Flower Moon” ha ottenuto dieci nomination agli Oscar 2024. Lui, nel frattempo, è diventato il secondo regista più anziano candidato agli Oscar, secondo solo a William Wyler. Dovesse vincere, sarebbe il più anziano vincitore nella categoria. Sinora il più anziano è Clint Eastwood, premiato a 74 anni per “Million Dollar Baby”. Scorsese ha già vinto una volta nella categoria, con il film “The Dearted” del 2006. Ma allora era un ragazzino: aveva appena 64 anni.

Justine Triet

Justine Triet è l’unica donna candidata nella cinquina. Nella categoria Miglior film, è in compagnia della esordiente Celine Song, regista di “Past Lives”. Con “Anatomia di una caduta”, Justine Triet ha vinto la Palma d’oro a Cannes, terza donna nella storia del festival a ricevere quel premio. È anche la più giovane dei candidati all’Oscar come miglior regista, con i suoi 46 anni. “Anatomia di una caduta” è stato definito “la dissezione chirurgica di una relazione di coppia”.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro