Giovedì 18 Aprile 2024

"Nessuna censura al bacio gay"

Polemica sui social per un cappello che sembra un bollino censorio sul bacio gay nella fiction "Gloria". La Rai smentisce e chiarisce che si tratta solo di un accessorio di scena. Altre polemiche riguardano la mancata realizzazione della serie su don Gallo.

"Nessuna censura al bacio gay"

"Nessuna censura al bacio gay"

È polemica sui social per un cappello che ad alcuni utenti è sembrato un bollino censorio sul bacio gay nel video del backstage di Gloria, la nuova fiction di Raiuno con Sabrina Ferilli al via dal 19 febbraio, apparso su RaiPlay. Nel mirino è finita la scena in cui Sergio (interpretato da Luca Angeletti), fratello della protagonista Gloria (Ferilli), e il carabiniere Filippo (David Sebasti) celebrano la propria unione civile. Nessun oscuramento, si tratta del cappello del carabiniere Filippo, precisa la Rai: "Quando un incolpevole cappello di scena diventa un bollino nero, ecco scoppiare l’allarme censura – ha spiegato ieri Viale Mazzini –. Il presunto “bacio censurato“ (foto) è tuttora disponibile su RaiPlay".

Ma non è l’unica polemica sulle fiction Rai a montare sui social. È stato Domenico Chionetti, ex braccio destro di don Andrea Gallo, a chiedersi dove sia finito il progetto della serie dedicata al prete di strada, partigiano, antagonista, una delle figure più amate a Genova. Uno stop temporaneo – come nelle ore successiva sosteneva Titanus – o l’annullamento dell’intero progetto? La parola fine dalla Rai: "L’idea della fiction su don Gallo risalente al 2020 non è mai stata concretizzata".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro