Venerdì 14 Giugno 2024

Mazza ci ripensa e invita Saviano. Ma lui rifiuta

Il commissario Mauro Mazza invita Roberto Saviano alla Buchmesse con la delegazione italiana, ma lo scrittore rifiuta. Saviano accetta l'invito delle istituzioni culturali tedesche. La polemica politico-letteraria continua nonostante il tentativo di Mazza di risolverla.

Mazza ci ripensa e invita Saviano. Ma lui rifiuta

Mazza ci ripensa e invita Saviano. Ma lui rifiuta

"Roberto Saviano venga alla Buchmesse con la delegazione italiana": il commissario Mauro Mazza, ieri pomeriggio, ha provato a chiudere una polemica sempre più imbarazzante, ma lo scrittore ha risposto a stretto giro di posta con un sonoro no. "Personalmente – ha detto l’autore di Gomorra – non accetterò di essere a Francoforte con la delegazione italiana, ma accoglierò con piacere l’invito delle istituzioni culturali tedesche che hanno chiesto la mia presenza alla Buchmesse". Il caso politico-letterario dunque non si chiude, nonostante la retromarcia di Mazza, che in un’intervista a un giornale tedesco aveva giustificato l’esclusione di Saviano dalla vasta delegazione italiana con la necessità di aprire a nuove voci e in particolare "autori con opere integralmente originali".

Saviano si era sentito ostracizzato, trovando subito la solidarietà di numerosi autori, decisi a disertare la fiera tedesca in assenza dello scrittore napoletano. Mazza ha provato a rimediare e ha chiesto a Saviano, "di fronte alle reazioni e a una corale levata di scudi", di "accettare l’invito" a partecipare a uno degli incontri organizzati alla Buchmesse. Niente da fare. Il rischio figuraccia per l’Italia, ospite d’onore della Fiera, resta altissimo.