Venerdì 19 Aprile 2024

Kobido, il massaggio dei samurai per distendere le rughe

Il lifting naturale che si basa su un’antica tecnica giapponese piace anche a Jennifer Lopez e Angelina Jolie

Il massaggio facciale kobido

Il massaggio facciale kobido

Sui social si parla molto del kobido, un’antica tecnica di massaggio giapponese, noto anche come massaggio facciale dei samurai, che lo utilizzavano per rilassarsi prima e dopo i combattimenti. Con il kobido si ha un effetto lifting istantaneo, capace – temporaneamente – di distendere la pelle del viso senza aghi o dolore. Come altri metodi nipponici anche questo segue un approccio olistico che non punta solo al relax fisico, ma favorisce anche la connessione tra corpo e mente. Pare che ne siano entusiaste celebrities come Jennifer Lopez e Angelina Jolie.

Caratteristiche e fasi

Kobido in giapponese significa “antico sentiero della bellezza”. Dopo i samurai, anche le teste coronate hanno apprezzato il metodo. A corte lo ha portato l’imperatrice Niwata Asako, moglie dell'imperatore, verso la fine del XV secolo.

- Durante l'esecuzione del massaggio vengono stimolati complessivamente 16 muscoli del viso e del collo. - Un massaggio kobido dura dai 50 ai 90 minuti. - Deve essere eseguito da un professionista con formazione nella tecnica. - La fase preparatoria prevede tocchi e manovre delicate per rilassare braccia, mani e schiena. - Quando l’esperto si concentra sul viso, esegue il massaggio in modo ascendente, ovvero inizia nella zona del collo, passa poi alla mascella, all’area sopra la bocca e termina infine sulla fronte. - Il professionista applica una leggera pressione con il dito medio intorno al setto nasale e alle narici. Intorno agli occhi e nella parte soggetta alle cosiddette zampe di gallina, sono praticati massaggi delicati, secondo un ritmo costante. - Si fa una leggera pressione tra le sopracciglia. Nell’ultima parte del massaggio si rinvigorisce il viso usando i polpastrelli su tutto il volto. Si conclude con il massaggiatore che posa i palmi cavi delle mani sugli occhi. - Il trattamento totale può durare dalle cinque alle dieci sedute. In ogni caso, gli specialisti consigliano di programmare questo massaggio periodicamente, più volte all'anno.

Benefici

Il kobido combina movimenti rapidi e precisi con frizioni e pressioni, vibrazioni, sfioramenti e impastamenti, quindi: - va a riattivare la circolazione linfatica e sanguigna - aumenta l’ossigenazione della pelle - stimola la produzione di collagene ed elastina, sostanze fondamentali per dare tono e compattezza all’epidermide.

Ideale per distendere il viso, questo massaggio dell’eterna giovinezza, come è conosciuto anche in Oriente, tende ad attenuare rughe e linee di espressione nonché i segni della stanchezza come borse e occhiaie.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro