La Morante diventa Alda

Alda Merini è una poetessa che parla la lingua senza tempo dell'amore. Il film "Folle d'amore" di Roberto Faenza vuole farla conoscere come donna, madre, moglie, persona innamorata e ferita. La sua storia è anche quella di un disagio mentale, ma Alda è molto di più.

La Morante diventa Alda
La Morante diventa Alda

È l’Alda Merini poetessa che parla la lingua senza tempo della ricerca d’amore, e non l’Alda Merini “pazza“, eccessiva, la protagonista di Folle d’amore di Roberto Faenza, con Laura Morante, ieri al Torino Film Festival e sui canali Rai nel prossimo febbraio. "Alda è amata con dolcezza e curiosità anche da chi non frequenta la poesia – ha detto Faenza – ed è per questo, per questa sua bellezza struggente capace di arrivare al cuore, che abbiamo decido di fare il film, per farla conoscere come donna, madre, moglie, persona innamorata e ferita. Certo, la sua storia è anche la storia di un disagio mentale, ma la Merini è molto di più. Una donna che ha saputo curarsi con la parola, e che mai ha smesso di cercare l’amore".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro