Mercoledì 22 Maggio 2024
ELETTRA BERNACCHINI
Magazine

Ke Huy Quan da Indiana Jones all'Oscar. Il discorso e le lacrime

Chi non ricorda i "tracobetti" di Data nei Goonies. Stanotte il ritorno (e il trionfo): "Mamma ho appena vinto l'Oscar"

Tra le sette statuette su undici conquistate da "Everything Everywhere All at Once" agli Oscar 2023 c'è anche quella di Ke Huy Quan come miglior attore non protagonista. Cinquantuno anni, nato in Vietnam e arrivato con la famiglia negli Stati Uniti nel 1975, dopo la caduta di Saigon. La storia dell'interprete di Waymond Wang è un esempio di come, attraverso il cinema, il riscatto sociale può avverarsi.

 Ke Huy Quan con l'Oscar (Ansa)
Ke Huy Quan con l'Oscar (Ansa)

Il discorso della vittoria

"Mamma ho appena vinto un Oscar!", ha esordito  Ke Huy Quan  nel suo discorso di ringraziamento, con la statuetta in mano. "Sono qui. Il mio viaggio è cominciato su una barca, ho passato un anno in un campo profughi e sono arrivato sul palco più importante di Hollywood. Le storie come la mia non sono solo per il cinema, sono reali, è il sogno americano che si avvera". Senza riuscire a trattenere le lacrime, l'attore vietnamita di 'Everything Everywhere All at Once' ha voluto ricordare le persone più importanti della sua famiglia, che lo hanno supportato negli anni di difficoltà. Tra tutti, la moglie: "Mi ha sempre sostenuto e detto che prima o poi ce l'avrei fatta". La sua vittoria alla 95° edizione degli Academy Awards è anche e soprattutto la rivincita di una carriera che sembrava finita da tempo. "Grazie per avermi accolto nuovamente", ha concluso rivolgendosi alla platea di star della sala del Dolby Theatre. "Non smettete di sognare".

La carriera

Ke Huy Quan, in realtà, si era guadagnato un posto nella storia di Hollywood già da bambino. L'esordio, a 12 anni, è emblematico al fianco di Harrison Ford in "Indiana Jones e il tempio maledetto" del 1984, dove veste i panni di Short Round, il giovane aiutante orfano dell'archeologo avventuriero, ruolo per il quale vinse il premio Young Artist Award. L'anno successivo si guadagna la fama grazie al personaggio di Richard "Data" Wang nella pellicola cult diretta da Richard Donner, "I Goonies". Poi arrivano anche alcuni ruoli televisivi come nella serie "Together We Stand" e nella sitcom "Segni particolari: genio" e, negli Anni 90, i camei nei film "Breathing Fire" e "Il mio amico scongelato", dove ritrova il miglior attore agli Oscar 2023, Brendan Fraser, già suo compagno ne "I Goonies". Nel 2002 Ke Huy Quan recita nel film cinese "Second Time Around" poi finisce nel dimenticatoio di Hollywood per 19 lunghi anni.

Il ritorno del successo

Appare nuovamente sul grande schermo nel 2021 con la pellicola "Alla scoperta di 'Ohana" e infine il trionfo grazie a I Daniels che lo vogliono nei panni del marito di Evelyn Quan Wang per "Everything Everywhere All at Once". Dopo vent'anni di difficoltà, l'attore vietnamita ha finalmente raccolto i frutti di quanto seminato. Prima dell'Oscar come non protagonista, con la parte di Waymong Wang, Ke Huy Quan si era già guadagnato una storica nomination ai Bafta, il Golden Globe sempre come miglior interprete non protagonista, un Critics' Choice Award e soprattutto la vittoria di due Screen Actors Guild Awards, la prima volta per un attore asiatico. Nel 2023, sul palco degli Academy Awards, si è stretto in un commovente abbraccio a sorpresa con Harrison Ford, quasi quarant'anni dopo l'avventura di Indiana Jones.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro