Lunedì 17 Giugno 2024

Il primo copione di “Via col vento“: più crudo sugli schiavi

Migration

È stata scoperta una prima versione del copione del film Via col vento del 1939 senza i tagli successivi: mostrava una rappresentazione della schiavitù molto più cruda di quella che alla fine è stata proiettata sul grande schermo. Lo storico David Vincent Kimel, che si considera un fan del kolossal diretto da Victor Fleming, ha acquistato la sceneggiatura per 15mila dollari dopo averla trovata su un sito di librerie online tre anni fa.

La sceneggiatura mostra come il produttore David Selznick abbia negoziato le opinioni divergenti tra i suoi sceneggiatori sul modo in cui i personaggi trattavano gli schiavi, sull’uso di particolari insulti razziali o su qualsiasi riferimento al Ku Klux Klan.

Intanto da Bolaffi sta per andare all’asta (giovedì 9) una rara locandina (foto) realizzata per la prima uscita del film nei cinema italiani, nel 1948.