Il pesce ’sartoriale’ di chef. Giaffreda

Niccolò Giaffreda ha il talento dello chef di successo e l’età giusta per disegnarsi una prospettiva di eccellenza. L’eccellenza che...

Il pesce ’sartoriale’ di chef. Giaffreda
Il pesce ’sartoriale’ di chef. Giaffreda

Niccolò Giaffreda ha il talento dello chef di successo e l’età giusta per disegnarsi una prospettiva di eccellenza. L’eccellenza che riesce a raccontare bene nei suoi piatti, dove la cura, la qualità e l’armonia dei sapori raccontano bene la sua giovane età e la sua voglia di misurarsi con il nuovo. Con il buono.

Niccolò ti accoglie nel suo ristorante il ‘Diverso’, nella zona centrale di Firenze. Ambiente soft, perfettamente adattabile a ogni tipo di cena, dove insieme a un vino scelto in mezzo a una enoteca a cinque stelle e assaporato pesce da sapori ora esotici, ora di casa, si può parlare nella giusta intimità e armonia.

La location del ‘Diverso’ fotografa esattamente quello che Giaffreda vuole far provare con i suoi piatti. Un albero con rami dolci e stilizzati occupa il centro e il soffitto del locale rendendolo suggestivo e ‘caldo’. Il tavolo, esclusivo, davanti alla cucina presenta una cartolina dove lo chef è al centro e ti regala l’arte e la dolcezza con cui si inventa sapori e portate.

Del resto lo slogan del ‘Diverso’ si appoggia più sulla definizione delle sensazioni che propone che su frasi dettate alla conquista del cliente. ‘Diverso’ e chef Giaffreda sono lì per "regalarvi gioia, emozioni, esperienze".

La storia e il curriculum di Niccolò sono segnate da tappe fondamentali in una crescita professionale che corre verso successi importanti. La scuola di settore e poi gli anni a lavoro al ristorante Cestello, seguiti da quelli nella cucina del Four Seasons. Piatti, idee e innovazioni se le porta dentro lo chef fiorentino che però vuole, sceglie e decide di fare da solo. Di scommettere che i suoi piatti e le sue invenzioni possono essere l’immagine di una Firenze nuova. Che ama la cucina nuova e punta su gusti di ieri, di oggi e soprattutto di domani.

Il pesce, dalla ricerca di una materia prima unica nella sua eccellenza. Il crudo, come fiore all’occhiello, in una serie di portate definite da colori e sapori e poi l’attenzione che raggiunge la perfezione nel disegnare piatti che accompagnano la serata. Chef Giaffreda ha accanto una squadra di giovani, giovanissimi, aiutanti e sta inventandosi una Firenze che non c’era . Già, perché d’ora in poi tutto sarà assolutamente ‘Diverso’. Parola (e sapori) di Niccolò.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro