Claudio Baglioni annuncia il ritiro dopo 60 anni di palcoscenico e canzoni. “Il mio giro d’onore”

“Mille giorni di voi e di me e smetto nel 2026”. L’annuncio al Forum di Assago dove stasera il cantautore romano ha in programma la prima replica milanese di ‘aTUTTOCUORE’

Assago, 20 gennaio 2024 - Dopo 60 anni di palcoscenico e di canzoni Claudio Baglioni si ritira. L'annuncio al Forum di Assago, dove stasera il cantautore romano, 72 anni, ha in programma la prima replica milanese di quel ‘aTUTTOCUORE’ portato al debutto giovedì scorso alla Vitrifrigo Arena di Pesaro. Come specificato nell'incontro coi media, questo giro di concerti è l'ultimo di Baglioni nei grandi spazi indoor. E l'inizio "del countdown" dell'addio alle scene. In replica ad Assago fino a lunedì (con ulteriori repliche il 5 e 6 febbraio) lo show di congedo dai palasport è atteso pure a Bologna il 2 e 3 febbraio, Firenze dall’8 al 10 febbraio, Livorno il 17 febbraio.

Approfondisci:

Baglioni e gli altri, da Guccini a Elton John: chi ha detto addio alle scene (o forse no)

Baglioni e gli altri, da Guccini a Elton John: chi ha detto addio alle scene (o forse no)
Claudio Baglioni (foto Angelo Trani)
Claudio Baglioni (foto Angelo Trani)

"Sono passati 60 anni di palchi e 55 di carriera. E' stata una grande avventura, voglio concedermi il giro d'onore, voglio suonare ancora 1.000 giorni e poi chiuderò la mia attività entro il 2026. Devo tanto alla sorte e mi voglio godere questi mille giorni di musica", ha detto Baglioni dando l’annuncio del congedo definitivo. 

“Mi ricordo ciò che diceva mio padre: dal ring si scende quando si è vincenti – ha continuato Baglioni – Mi sento di aver tagliato il traguardo di 60 anni e ho deciso di concedermi il giro d'onore e chiudere questa bellissima storia anche umana con tutte le curve in alto e in basso che mi ha concesso". Gli anglosassoni "lo chiamano anche giro della vittoria e io sento di dovere tanto alle persone che mi hanno accompagnato e mi piacerebbe godermi questo giro". 

Tutto comincia nel 1964, quando Claudio Baglioni, appena tredicenne, sale per la prima volta su un palco: partecipa a un concorso di voci nuove a Centocelle, dove vive a Roma, e canta il brano di Paul Anka “Ogni volta”.

"Questa storia dura da un bel po' di anni. Nel 1964 ho salito i primi gradini di un palco per un piccolo festival”, racconta Baglioni.

Sono i primi passi della carriera dell’artista che ha segnato la storia della musica del nostro Paese e che nel 2024, a 60 anni da quel 1964, sceglie di dare il suo saluto finale alle grandi arene indoor portando in scena "aTUTTOCUORE".

In questo spettacolo che ha dato anche il nome al brano uscito in radio e in digitale il 6 febbraio “A tutto cuore” (Sony Music), primo inedito dalla pubblicazione dell’album “In questa storia che è la mia” – energia e passione si fondono per creare l’armonia perfetta tra musica, canto, danza, spazio, suono, performance, costumi, movimenti scenici, giochi di luce e immagini tridimensionali.

Il gran finale di "aTUTTOCUORE" sarà a Roma il 26 febbraio, nuova e quinta data al Palazzo dello Sport dopo i 6 maxi-eventi di settembre allo Stadio Centrale del Foro Italico.

Dopo il debutto nelle arene indoor del 18 gennaio alla Vitrifrigo Arena di Pesaro, si prosegue con gli appuntamenti al Forum di Milano (20, 21 e 22 gennaio e 5 e 6 febbraio), all’InAlpi Arena di Torino (25, 26 e 27 gennaio), all’Arena Spettacoli Fiera di Padova (29 e 30 gennaio), all’Unipol Arena di Bologna (2 e 3 febbraio), al Nelson Mandela Forum di Firenze (8, 9 e 10 febbraio), al Pala Sele di Eboli (13, 14 e 15 febbraio), al Modigliani Forum di Livorno (17 febbraio) e al Palazzo dello Sport di Roma (22, 23, 24, 25 e 26 febbraio – nuova data).

"Temo il giorno della delusione, in cui si diventa un po' macchiette, con le fotografie da restaurare, per non violare questa immagine da semiDio, e non c'è niente di presuntuoso in quello che dico", ha ammesso il cantante. "Non voglio arrivare a quello e ho bisogno di mettere in una cornice le cose che farò". 

“Ho tantissimi appunti che non ho nemmeno il coraggio di ascoltare. Tanti brani incompiuti. Ho scritto 365 canzoni, circa, inedite: non credo scriverò più canzoni, magari scriverò qualcos'altro”, ha aggiunto il cantautore. E infine, a chi gli chiedeva se ha intenzione di fare un disco in questi 1.000 giorni l'artista ha risposto: ''Sì, sicuramente sì''.

E Sony annuncia l’acquisto dell’intero catalogo Baglioni

E Sony Music ha annunciato l'acquisto dell'intero catalogo di Claudio Baglioni. "E' per noi motivo di grande orgoglio e di grande responsabilità gestire e promuovere oggi e in futuro l'intera discografia di uno degli artisti più importanti per la musica e la cultura italiana degli ultimi 60 anni. Siamo onorati di poterlo fare e metteremo il massimo impegno per dare il giusto risalto e importanza alla sua musica per tutti coloro che lo conoscono e lo amano e soprattutto per le nuove generazioni", sono le parole del presidente e Ceo Sony Music Entertainment Andrea Rosi. Si tratta del repertorio pubblicato dall'artista dal 2004. In questo modo si chiude un cerchio dato che, grazie a questo agreement, la major diventa proprietaria dell'intera discografia del cantautore romano. 

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro