Giovedì 13 Giugno 2024

'Rivers of London', diventano una serie TV le storie del detective del sovrannaturale

I romanzi scritti da Ben Aaronovitch sono incentrati sulle indagini di polizia in un mondo fantasy

Detective del soprannaturale al centro di 'Rivers of London'

Detective del soprannaturale al centro di 'Rivers of London'

I romanzi della serie 'Rivers of London', scritti da Ben Aaronovitch, diventeranno una serie TV: porteranno su piccolo schermo casi polizieschi ambientati in un mondo fantasy nel quale magia e sovrannaturale esistono, per quanto gli umani non ne siano pienamente consapevoli. I libri di Aaronovitch appartengono al genere dello urban fantasy. Raccontano le avventure del detective Peter Grant, che, fresco di diploma, si imbatte in un fantasma mentre indaga su un delitto. A sorpresa si somma ulteriore sorpresa quando viene contattato dall'ispettore Thomas Nightingale (che è un mago) ed è reclutato per fare parte del Folly, sezione della polizia espressamente dedicata alle indagini su crimini sovrannaturali. Da qui in avanti si muoverà attraverso luoghi reali e affronterà problemi concreti, ma in entrambi i casi dovrà fare i conti con le complicazioni che nascono dall'esistenza della magia, di antichi spiriti, di fate, divinità, fantasmi e animali parlanti. Nel complesso, la risposta di critica e pubblico è stata più che positiva e il lavoro di Ben Aaronovitch è stato baciato dal successo. Tanto da produrre una saga letteraria che, nata nel 2011, ha già prodotto nove romanzi, alcuni racconti e pure qualche fumetto. C'è stato anche un tentativo di adattamento televisivo nel 2019, grazie all'interessamento di Simon Pegg e Nick Frost. Poi le cose non sono decollate e ora la palla è passata alla cordata composta da Pure Fiction Television, See-Saw Films e Unnecessary Logo (la casa di produzione di Aaronovitch).