La storia di Sofia Vergara, Griselda Blanco nella serie Netflix

Da ‘Moden family’ a ‘Griselda’, ecco chi è Sofia Vergara

Sofia Vergara
Sofia Vergara

Da giovedì 25 gennaio 2024, è disponibile su Netflix un’attesa novità, Griselda, interpretata da Sofia Vergara. La sinossi ufficiale resta disponibile dalla piattaforma streaming ci permette di avere subito un’idea su quello a cui assisteremo: “Dopo essere scappata da Medellin a Miami con i tre figli piccoli e un chilo di cocaina, Griselda Blanco diventa la spietata capa di un prospero impero della droga”. Ancora prima della messa in onda, è stata fatta causa al colosso di intrattenimento da parte del figlio della (vera) protagonista, Sepulveda Blanco. L’accusa è quella di aver realizzato la serie, utilizzando anche "narrazioni private" tra Griselda e la sua famiglia, senza aver ottenuto un consenso ufficiale.  

La storia di Griselda Blanco

Una notizia che non fa che alimentare (e fare anche pubblicità) ad una miniserie che ha lo scopo di raccontare la storia di Griselda Blanco. La miniserie è stata creata dagli stessi ideatori di Narcos — Doug Miro, Andrés Baiz e Carlo Bernard — e racconta la vita e i crimini di colei che è stata definita “la signora della droga dagli anni '60 agli anni '80”. Uno dei suoi soprannomi era “la madrina della cocaina”. In poco tempo è riuscita a dare vita ad una delle più grandi reti per importare droga dalla Colombia negli Stati Uniti. Veniva poi smerciata in grandi città, da Miami a New York, senza dimenticare la California. Secondo quanto emerso dalle indagini, Griselda entra negli Stati Uniti nel 1964 come immigrata e già qualche anno dopo, nel 1975, viene ricercata per accuse legate alla droga. Torna in Colombia per evitare guai con la legge ma pochi anni dopo, verso la fine degli anni Settanta, rientra in America e continua a diventare un nome sempre più imponente nel traffico della droga. Agli inizi degli anni ‘80, diventa così un nome di spicco nel settore da riuscire a guadagnare oltre 80 milioni di dollari… al mese. Venne arrestata nel 1985 e condannata a 15 anni di carcere. Ma anche dietro le sbarre, fu in grado di continuare a controllare il suo enorme impero della droga, per un lungo periodo di tempo. A interpretare per Netflix il difficile ruolo di Griselda Blanco è Sofia Vergara.

Chi è Sofia Vergara, l’attrice che interpreta Griselda Blanco

Il suo nome completo all’anagrafe è Sofía Margarita Vergara Vergara. Nata nel 1972, ha conosciuto la fama a livello internazionale soprattutto grazie al ruolo di Gloria Delgado-Pritchett nella sitcom “Modern Family”. La serie tv è durata dal 2009 fino al 2020 e, grazie alla sua irresistibile interpretazione, è stata nominata per quattro Golden Globe e quattro Primetime Emmy Awards. Proprio vestendo i panni di Gloria, inoltre, è salita alla ribalta come una delle attrici più pagate al mondo. Nata in una famiglia cattolica, la madre era una casalinga, e suo padre, Julio Enrique Vergara Robayo, era un allevatore di bestiame. Ha cinque fratelli e ha iniziato a studiare per diventare dentista ma decise di abbandonare gli studi pochi mesi prima di laurearsi per inseguire le numerose opportunità che si stavano aprendo, per lei, nel mondo della moda e dello spettacolo. Nel 1998, suo fratello maggiore Rafael fu ucciso in Colombia durante un tentativo di rapimento. Non volendo essere coinvolta nei disordini che portarono all'omicidio, decise di emigrare negli Stati Uniti, iniziando a vivere a Miami, in Florida. Dopo essere stata notata e scoperta da un fotografo mentre camminava sulla spiaggia, ad appena 17 anni Sofia Vergara su scelta per uno spot della Pepsi trasmesso sulle reti televisive dell’America Latina. Come accennato prima, nel luglio 2012, proprio mentre era impegnata nelle riprese di “Modern Family”, fu indicata da Forbes come la donna più pagata della televisione americana con qualcosa come 19 milioni di dollari di compensi nei precedenti dodici mesi. Oltre a figurare tra le classifiche delle donne più belle, diventò anche una delle donne latine più influenti di Hollywood nel 2015 ebbe la sua stella sulla Walk of Fame, a sancire definitivamente il suo enorme riscontro. Sempre secondo Forbes, nel 2015 il suo reddito annuo era salito a 28,5 milioni di euro l’anno. Al termine del grande successo di Modern Family, Sofia Vergara prestò la sua voce per alcuni episodi dei Griffin e per i Simpson, accettando, nel 2020, il ruolo di giudice nel programma “America’s Got Talent” accanto a Howie Mandel, Heidi Klum e Simon Cowell. Dal suo esordio nella 15esima edizione del talent show, è stata confermata negli anni a seguire fino alla più recente – la 18esima- trasmessa da maggio a settembre 2023 sulla NBC.

La vita privata di Sofia Vergara

Da giovanissima, Sofia Vergara si sposò con il suo fidanzato conosciuto al liceo, Joe Gonzalez. Hanno avuto un figlio, Manolo, nato in Colombia il 16 settembre 1991. Lei, ai tempi, aveva solo 18 anni. Divorziarono appena due anni dopo. Conobbe Nick Loeb e annunciò nel 2012 il loro fidanzamento. Ma fu annullato poco dopo, nel 2014, dalla stessa Vergara. Sempre quell’anno, alla vigilia di Natale, l’attrice e modella annunciò il suo fidanzamento ufficiale con Joe Manganiello, attore in True Blood, con il quale si stava frequentando da 6 mesi. L’anno dopo, il 21 settembre 2015, convolarono a nozze. Otto anni dopo, il 17 luglio 2023 Sofia Vergara e Joe Manganiello sorpresero tutti quanti, annunciando di essersi separati e rivelando di voler divorziare dopo sette anni di matrimonio. La notizia fu inaspettata e solo in questi giorni, in occasione dell’uscita di “Griselda”, l’attrice ha voluto fare chiarezza sui motivi che hanno portato alla fine della storia d’amore di una belle più belle coppie dello showbusiness: “Il mio matrimonio si è rotto perché mio marito era più giovane. Lui voleva avere dei figli e io non volevo essere una mamma anziana. Rispetto chiunque lo faccia, ma non fa più per me”. La differenza di età tra i due è di 4 anni. Oggi Sofia ha 51 anni, Joe Manganiello, invece, 47. La Vergara ha anche condiviso con il pubblico un momento difficile della sua vita legato alla salute. Quando aveva appena 28 anni, nel 2000, le venne diagnosticato un cancro alla tiroide. Le fu rimossa e venne sottoposta a terapia con radioiodio, riprendendosi completamente. Da allora prende farmaci per prevenire l'ipotiroidismo.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro