Martedì 16 Aprile 2024

Carla Signoris dal cinema alla docu-serie ‘Illuminate’ su Rai 3

L’attrice genovese è moglie del comico Maurizio Crozza, dal loro matrimonio sono nati due figli

Carla Signoris

Carla Signoris

Carlo Signoris è una attrice e conduttrice nata a Genova nel 1958 e membro del gruppo gruppo comico dei Broncoviz, arrivo negli anni Ottanta e Novanta. Nella sua carriera ha vinto due Nastri d’Argento e ha lavorato in numerose pellicole di successo. Tra i film più noti possiamo citare “Ex”, “Maschi contro femmine”, “Mister Felicità” e “Ma cosa ci dice il cervello”. Anche il piccolo schermo l’ha scelta per diverse produzioni, mostrando la versatilità dell’attrice, adatta sia in ruoli drammatici che comici. Tra film tv e miniserie, citiamo “Pertini: un uomo coraggioso”, “Mamma per caso” (accanto a Raffaella Carrà), “Tutti pazzi per amore” e le più recenti, “Studio Battaglia”, “Le fate ignoranti” e “No activity – Niente da segnalare”. Nella vita privata, Carla Signoris è sposata con Maurizio Crozza dal 1991. Hanno avuto due figli, Giovanni e Pietro.  

Carla Signoris su Rai 3 con “Illuminate” domenica 3 marzo 2024

Carla Signoris sarà protagonista del secondo episodio di “Illuminate”, in onda domenica 3 marzo 2024 su Rai 3, in seconda serata. Assisteremo ad un racconto inedito e originale della vita professionale e privata dell’indimenticabile attrice Monica Vitti, arricchito dal contributo di testimoni illustri del mondo dello spettacolo e del cinema, tra cui Elliott Gould, Carlo Verdone e Sergio Rubini. E sarà proprio l’attrice genovese, nella puntata della docu-serie prodotta da Anele in collaborazione con Rai Cultura, a rivelare e ricordare la grande Monica Vitti, il suo immenso talento e la sua carismatica personalità. Ecco qualche anticipazione su quello che potremo vedere domenica 3 marzo. In questo docu-film, Carla Signoris, influenzata e affascinata dalla lettura dei libri su Monica Vitti, attrice che ha sempre ammirato, sogna di rivivere una “giornata particolare” della vita dell’indimenticabile interprete, ovvero il 3 maggio 1988. Erano quelle ore quando il giornale francese Le Monde pubblicò l’errata notizia della sua scomparsa. Un sogno lungo un giorno, vissuto attraverso lo sguardo e le parole di Monica Vitti, in cui si ricostruiscono i momenti fondamentali della sua vita privata e professionale che l’hanno resa un’icona del cinema, unica e indimenticabile, permettendo di donare ai telespettatori un ritratto intimo e inedito di una donna sincera, vera, curiosa, sempre pronta a trasformare le sue paure in emozioni. In parallelo alle sequenze di fiction appositamente ideate per il racconto di questo personaggio, potremo anche vedere materiali di archivio e contributi di testimoni illustri del mondo dello spettacolo e del cinema. Tra questi, ci saranno le testimonianze e i ricordi di Elliott Gould, Carlo Verdone, Sergio Rubini, la giornalista e scrittrice Laura Delli Colli, il regista e compositore Stefano Reali, gli attori Francesco Siciliano e Orsetta Gregoretti, la costumista Nicoletta Ercole, la scrittrice Patrizia Carrano, la sceneggiatrice Silvia Napolitano e il fotografo Gianni Bozzacchi. In diverse occasioni della sua carriera, Carla Signoris aveva lodato e riconosciuto l’importanza di Monica Vitti, oltre che come figura femminile in sé anche per il suo percorso cinematografico: da Antonioni alla commedia, ha toccato tutto con credibilità, professionalità e leggerezza invidiabile (“Una che ha aperto la strada in questo”). E domenica 3 marzo, su Rai 3, sarà proprio lei a celebrarla per “Illuminate”.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro