Giovedì 13 Giugno 2024

Babylon, esce al cinema il film con Margot Robbie e Brad Pitt

Scritto e diretto da Damien Chazelle ('Whiplash', 'La La Land'), racconta una Hollywood viziosa e autodistruttiva: nelle sale dal 19 gennaio

Una scena del film (foto Scott Garfield/Paramount Pictures)

Una scena del film (foto Scott Garfield/Paramount Pictures)

Il cinema è un incanto straordinario e puro, che nasce da un mondo squallido, depravato e spietato: è la tesi che troviamo in 'Babylon', il nuovo film del talentuoso Damien Chazelle ('Whiplash', 'La La Land'), interpretato fra gli altri da Brad Pitt, Margot Robbie e Diego Calva. L'uscita nelle sale cinematografiche italiane è fissata per giovedì 19 gennaio ed è dunque arrivato il momento di capire cosa ci attende. Anticipiamo che, secondo la critica, siamo di fronte a un buon lungometraggio, però meno valido dei precedenti lavori di Chazelle. È comunque un film che sta raccogliendo premi, soprattutto per la scenografia, la colonna sonora e per l'interpretazione di Margot Robbie.

Babylon, tutto sul film

La trama inizia nell'anno 1926, durante una festa scatenata nella quale il messicano Manny incontra un'aspirante attrice e si innamora di lei: cercherà di proteggerla dal suo stile di vita autodistruttivo. Compito che si fa sempre più arduo quando lei agguanta il tanto agognato successo, ma se lo vede sottrarre dall'avvento del sonoro e dal radicale cambiamento che impone all'industria cinematografica. Nel frattempo, Manny diventa amico di una star in declino, anch'essa incapace di adattarsi alle nuove esigenze del cinema. Il messicano sembra l'unico a fare carriera, ma anche lui finisce travolto dalla nuova Babilonia.

'Babylon' è scritto e diretto dal 37enne Damien Chazelle, che nonostante la giovane età ha saputo imporsi a Hollywood con 'Whiplash' (2014), 'La La Land' (2016) e 'First Man' (2018), tutti accolti benissimo dalla critica e parecchio premiati, anche con Oscar importanti.

In occasione di questo suo ultimo lavoro, Chazelle ha affidato la composizione della colonna sonora al sodale Justin Hurwitz, già autore delle musiche per i tre film appena citati. Inoltre, grazie al credito acquisito a Hollywood, ha potuto circondarsi di un cast notevole: Margot Robbie ('The Suicide Squad'), Brad Pitt ('C'era una volta... a Hollywood'), Diego Calva ('Il detenuto'), Jean Smart ('24'), Jovan Adepo ('Barriere'), Li Jun Li ('The Exorcist') e Olivia Wilde ('Don't Worry Darling').

Le recensioni, cosa ne pensa la critica

La media voto su Metacritic è di 61/100: risultato positivo, ma nettamente sotto la media ottenuta da Damien Chazelle in precedenza. Per dire: quella di 'Whiplash' era stata 89/100, quella di 'La La Land' 94/100 e quella di 'First Man' 84/100.

In generale le recensioni concordano nel dire che Chazelle gira benissimo e che alcune scene sono magistrali. Però molti hanno notato un certo autocompiacimento, uno stile scintillante che rischia di girare un po' a vuoto perché resta in superficie, senza essere al servizio dei personaggi. La durata, di poco superiore alle tre ore, aiuta a fare emergere questo limite.

È un peccato, soprattutto perché 'Babylon' si presta a essere letto come un ragionamento sul destino tragico degli esseri umani, che tentano di esorcizzare la presenza incombente della morte attraverso una vita di eccessi e grazie a opere d'arte che ambiscono all'immortalità. Solo che, senza scavare a fondo sui personaggi, questo discorso resta abbozzato.

Il trailer