Lunedì 24 Giugno 2024

'Assalto alla Terra', il reboot del film con le formiche giganti

Questa volta i mostri non saranno metafora della bomba atomica, bensì dell'immigrazione. Alla regia c'è il musicista Michael Giacchino

Scena da 'Assalto alla Terra' (1954) - Foto: Warner Bros.

Scena da 'Assalto alla Terra' (1954) - Foto: Warner Bros.

Il compositore Michael Giacchino ha deciso che il suo primo film da regista sarà il reboot di 'Assalto alla Terra', lungometraggio di fantascienza degli anni Cinquanta. Warner Bros. appoggia il progetto e le modifiche che Gioacchino intende fare: in primis il cambio di metafora, con un passaggio dal pericolo nucleare al tema dell'immigrazione.

Assalto alla Terra

Scritto da Ted Sherdeman e Russell S. Hughes, e diretto da Gordon Douglas, l'originale 'Assalto alla Terra' esce nel 1954. Mescola fantascienza e horror e si inserisce nel filone dei lungometraggi prodotti negli Stati Uniti che utilizzavano mostri di vario tipo per metaforizzare i pericoli legati alla bomba atomica. La trama racconta infatti di formiche mutate dai test nucleari tenuti in New Mexico: diventano molto grosse, resistenti e cattive. Quando due regine, con annessi consorti, lasciano il loro formicaio d'origine, la loro presenza diventa un'emergenza nazionale che culmina in una battaglia finale tra le fogne di Los Angeles.

Il reboot di Michael Giacchino

Il titolo inglese film del 1954 è 'Them!', cioè "loro". E Michael Giacchino osserva che questo dice già molto sulla trama: "Parla di ciò che non ci appartiene, che è al di fuori di noi, delle cose che non conosciamo e ci rifiutiamo di comprendere, o che non siamo capaci di capire. L'attuale declinazione di ciò che è Them riguarda l'immigrazione. Vogliamo raccontare una vicenda legata a questo tema attraverso la lente di un film di fantascienza e di mostri". Lo spunto narrativo è interessante, e lo è anche il coinvolgimento di Michael Giacchino. Si tratta infatti di un personaggi che bazzica il mondo del cinema da parecchio tempo: non come regista, bensì come compositore di colonne sonore. Ha lavorato per i film di casa Marvel, per la saga reboot di 'Star Trek', per diversi lungometraggi di 'Mission: Impossible' e ha composto le musiche di otto film Pixar. Grazie a quelle di 'Up' ha vinto un Oscar, e ha pure conquistato tre Grammy per 'Ratatouille' e 'Up', oltre a un Emmy per la serie TV 'Lost'. Michael Giacchino si è cimentato con la regia solo in anni recenti, dirigendo il cortometraggio 'Monster Challenge' nel 2018, un episodio della serie antologia 'Star Trek: Short Treks' nel 2019 e lo speciale di Disney+ 'Werewolf by Night' nel 2022. Il reboot di 'Assalto alla Terra' rappresenta la sua prima, grossa sfida dietro la cinepresa. Nel complesso, il progetto è interessante, ma dovremo attendere un po' prima di vederne i frutti.