Lunedì 15 Luglio 2024

Chi è Naska, il rapper Diego Caterbetti

La carriera dell’artista marchigiano e lo scontro con Fedez: perché è diventato famoso

Naska sul palco (Foto Francesco Prandoni)

Naska sul palco (Foto Francesco Prandoni)

Naska è il nome d’arte di Diego Caterbetti ed è un rapper finito al centro dell’attenzione – oltre alla sua musica – per uno scontro avuto con Fedez e per un botta e risposta che ha catalizzato l’interesse sui social (e non solo). Ecco cosa è successo e chi è il cantante.  

Naska, chi è il rapper e cosa è successo con Fedez

Naska è nato a Loreto, nelle Marche, il 15 luglio 1997. Fin da quando frequenta le scuole superiori si appassiona e avvicina al mondo della musica, trasferendosi poi a Milano per avvicinarsi sempre di più all’ambiente. Dopo aver utilizzato YouTube per pubblicare i suoi primi pezzi, ha esordito nel 2015 con il suo Ep “The Purge”. Tra il 2017 e il 2018 inizia a rilasciare diversi singoli, grazie all’etichetta di Jake La Furia fino al passaggio nel sound pop punk iniziato ufficialmente nel 2020. Il 4 marzo 2022 vede la luce il suo primo disco ufficiale di inediti, Rebel, promosso da una serie di concerti. Nella classifica Fimi fa il suo esordio al 22esimo gradino. Oltre ai live ufficiali, inizia a partecipare anche da una serie di festival importanti come il Rock in Roma e il Mi Ami Festival. Nel 2023 viene pubblicato il suo secondo album, “La mia stanza” anticipato dai brani “Cattiva” e “A testa in giù”. Nella chart italiana fa il suo debutto in 11esima posizione, ottenendo sempre una maggiore attenzione da parte del pubblico e della critica che lo indica come uno degli artisti emergenti da tenere in considerazione. Nelle ultime settimane, Naska è finito al centro del gossip e della cronaca per uno scontro avuto in passato con Fedez e ritornato in auge. Durante una live con Grenbaud, l’ex amore di Chiara Ferragni ha confermato una lite con il collega che si era vociferata fosse accaduta mesi fa ma che non era mai stata commentata dai protagonisti. Fedez ha ammesso di aver dato uno schiaffo a Naska. Ecco le sue parole: “Banalmente un amico loro, tale… non so neanche il nome… ha fatto un post dove diceva che si sc0pava mia moglie e che i miei figli dovevano chiamarlo papà. E Diego Naska commenta ridendo della cosa. Gli ho chiesto banalmente cosa gli facesse ridere e gli ho chiesto di chiedermi scusa e non ha voluto chiedermi scusa. Per me possiamo avere tutti i problemi del mondo, nel momento in cui ti metti in mezzo in cosa così spregevole in cui uno tira in mezzo i miei figli… io sono fatto così. Poi se uno vuole fare la morale… sei una cattiva persona, sei una brutta persona, non me ne frega un cazz0. Le persone devono sapere che se toccano i miei figli, io perdo il controllo. Poi, che piaccia o non piaccia la cosa, è così”. Al centro della disputa una emoji che Naska avrebbe usato per commentare il post – indicava aria sorpresa ma fraintesa come una risata – e che Fedez non ha tollerato. Il rapper, però, dopo il clamore della conferma, via social, ha sottolineato lo scontro “impari” avvenuto tra i due: “Devo dirvi, se non lo sapevate, lo sapete che se commentate con stupore il post riguardante qualcuno – di stupore parliamo, la gif non sta ridendo, era una gif di stupore – il diretto interessato può venirvi a prendere a mazzate? Con altre tre persone? Tre contro uno? Mezza sega… Non sapevo nemmeno, forse perché non sono un attivista grande come lui che la violenza è il mezzo prediletto per chi si batte della salute mentale e del benessere dei giovani. La prossima volta che vai a un convegno, invitami, abbiamo tanto di cui parlare. Magari passami a prendere tu, però senza van con cinque persone dentro, vieni con la Smart da solo, ciao”