Sabato 20 Luglio 2024

Il raccolto a banana, capelli da diva anche in estate

La pettinatura anni Cinquanta piace anche a Jennifer Lopez, Charlize Theron e Meghan Markle

Come fare il raccolto a banana, trend per l'estate 2024

Come fare il raccolto a banana, trend per l'estate 2024

Una delle pettinature più amate per un matrimonio o per un’altra occasione speciale è il raccolto a banana in stile anni Cinquanta, rivisitato con qualche tocco più contemporaneo. Si tratta di un’acconciatura semplice, elegante e versatile adatta anche alle serate estive e a tutti molti tipi di capelli: lunghi, medi, lisci, ricci o mossi. Inoltre un aspetto da non sottovalutare è che la Banana Bun, detto anche French Twist, può essere facilmente realizzata anche da soli, facendo un po’ di pratica con la manualità e aggiungendo i giusti accessori.  

Dive

Elizabeth Taylor, Audrey Hepburn, Grace Kelly e Brigitte Bardot sono state alcune grandi dive che, per prime, hanno sfoggiato questa acconciatura, rendendola popolare e di classe. Di recente l’ha riproposta anche Jennifer Lopez in occasione della Settimana della Moda parigina di fine giugno 2024. La Banana Bun di J Lo era incorniciata da alcuni riccioli morbidi che cadevano sulla fronte e ai lati ed era esaltato dalla tonalità castana con riflessi luminosi. Altre celebrities che hanno optato spesso per questa pettinatura semplice e raffinata allo stesso tempo sono Blake Lively, Charlize Theron, Cate Blanchett e Meghan Markle.

Strumenti

Per ottenere una Banana Bun impeccabile anche da sole occorre munirsi di alcuni strumenti come una spazzola per districare e lisciare i capelli come una tangle teezeer, delle forcine preferibilmente dello stesso colore della chioma, per non creare un contrasto anti-estetico, un elastico per capelli per raccogliere i capelli in una coda e un prodotto per fissare la pettinatura e garantire una lunga tenuta.

Banana Bun alta

Se si desidera ottenere un raccolto a banana alto, si pettinano i capelli all’indietro, si raccolgono in una coda alta aiutandosi con le mani – per il momento senza usare anche l’elastico – poi si continuano a torcere su se stessi da un lato, fino ad arrivare alle punte. Si fissa infine il bun con le forcine. Se si vuole un effetto più voluminoso, conviene cotonare leggermente i capelli prima di torcerli.

Banana Bun Bassa

La Banana Bun bassa dà un’immagine più semplice e meno sofisticata, ma anche più romantica. In questo caso si pettinano i capelli dalle radici alle punte, si raccolgono in una coda bassa e morbida sulla nuca, si torcono da un lato, formando una sorta di spirale stretta che assume la tipica forma affusolata della banana, si inseriscono i capelli rimanenti e le ciocche ribelli all’interno della spirale, con un leggero effetto bombato sulla parte superiore, infine si fissa la Banana Bun con le forcine ai lati.

A ciambella

Per dare una forma a ciambella alla Banana Bun, più rotonda e piena, si avvolgono i capelli tirati all’indietro e raccolti in una coda (alta o bassa, a seconda delle preferenze) e si fermano con un elastico, quindi si avvolgono le ciocche intorno alla base della coda, coprendo via via tutto l’elastico in modo da farlo sparire alla vista. Poi si usano le forcine per fissare lo chignon seguendo tutta la sua lunghezza.

Consigli

Rispetto ai prodotti da usare per lo styling, si possono adoperare shampoo volumizzante, balsamo leggero e districante, mousse effetto volume e spray o siero lisciante sul resto delle ciocche, soprattutto se si hanno capelli ricci o mossi che vanno domati, lacca, gel modellante o cera per il finishing. Anche a seconda dell’occasione, la Banana Bun può essere anche impreziosita da alcuni accessori come clip, mollette, cerchietti, fasce, forcine gioiello, fermagli vintage, spille, punti luce, foulard, nastri, coroncine di fiori. In generale questi dettagli dovrebbero abbinarsi tono su tono al colore dei capelli e dell’abbigliamento. Metalli come l’oro e l’argento stanno bene su tutto. Seta, raso, shantung, velluto e pietre preziose aggiungono un tocco di lusso.