Martedì 16 Aprile 2024

Casa in stile nordico, la guida definitiva per i migliori arredi scandinavi

Le abitazioni del Nord Europa piacciono per l’essenzialità, l’ecologia e l’atmosfera intima e accogliente

Casa in stile nordico

Casa in stile nordico

A partire dagli inizi del Duemila uno degli stili più apprezzati nell’arredare una casa è lo stile nordico o scandinavo, che coniugano minimalismo, accoglienza e ordine con atmosfera intima, protetta e raccolta. È anche lo stile adatto a chi è attento all’ambiente e alla sostenibilità. Il materiale principale, infatti, è il legno chiaro (come quello di pino e di betulla). Per arredi e biancheria sono usati anche molti tessuti naturali come il cotone, il lino e la lana. Sul fronte cromatico, il bianco la fa da padrone, anche in abbinamento al nero o marrone (per creare un po’ di contrasto), assieme a grigio, beige, sabbia e tonalità come il rosa cipria, il carta da zucchero e il verde salvia, Un’altra caratteristica distintiva sono le geometrie nette e definite delle forme, mitigate anche da cerchi e ovali di specchi e cestini, per esempio, che non mancano in un’abitazione che si ispira al mondo scandinavo.

Le basi

Per arredare la casa in stile nordico bisognerebbe vedere se ci sono le condizioni di partenza. Gli ambienti che si sposano bene con queste atmosfere e con ciò che le contraddistingue sono soprattutto gli spazi ampi e luminosi, con vetrate, finestre e pavimenti chiari, per esempio parquet naturale o gres.

I due principi su cui si basa lo stile della maggior parte delle abitazioni scandinave sono l’Hyggae e il Lagom.

- L’Hyggae presuppone la ricerca costante di comfort, sicurezza, protezione e intimità negli ambienti domestici, attraverso la semplicità e la cura dei dettagli, pochi, ma significativi (per esempio coperte morbide su divani e poltrone, cuscini, candele e lanterne). - Il Lagom fa riferimento a equilibrio sostenibile e armonia, apprezzando ciò che si ha già e che è già sufficiente per vivere bene senza fronzoli e orpelli e soprattutto senza sprechi.

Arredi scandinavi

Dalle indicazioni preliminari si sarà compreso che la ricetta perfetta per le varie stanze della casa da arredare in stile nordico è partire da una base minimal ed essenziale e puntare su componenti naturali, colori tenui e luminosi. Poi ci sono degli elementi distintivi a seconda dei vari ambienti. Per esempio una cucina scandinava ha quasi sempre la penisola con sgabelli, tavoli lunghi con panche e sedie, mensole, scaffali aperti con ceramiche e stoviglie a vista, così come piantine ed erbe aromatiche in bella mostra.

Nelle stanze da letto, che dovrebbero avere arredi chiari dalle linee essenziali e pulite, qualche tocco in più potrebbe essere dato da tappeti morbidi (ancora meglio se tessuti a mano e dalle trame geometriche) e specchi ovali appoggiati alle pareti e scale a pioli al posto di tradizionali cassettiere o librerie. La scala a pioli e gli scaffali aperti possono servire come indicazioni anche per il bagno e per il vano lavanderia, se è presente nell’abitazione, pure per riporre gli asciugamani o come mensole alternative.

Pulizia, ordine e sobrietà devono essere le parole d’ordine anche per il soggiorno, da arredare con mobili bassi, divani ampi e accoglienti, vassoi con candele, lampade a terra con stelo sottile o a sospensione, cuscini e, se possibile, un bel camino.

Accessori in stile nordico

A completare il tutto possono aiutare anche alcuni accessori come quadretti in bianco e nero e portafoto con cornici in materiali naturali, cestini, scatole e contenitori semplici e sobri per tenere in ordine, vasi (con fiori freschi o fiori secchi) e ciotole, orologi da parete dal design minimal e vari oggetti d’artigianato in legno o in ceramica. In linea con le case in stile nordico, sarebbe meglio non sovraccaricare gli ambienti con troppe decorazioni e pezzi d’arredo dal design elaborato ed eccentrico e valorizzare il più possibile la luce naturale.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro