Venerdì 17 Maggio 2024

Amadeus lascia la Rai: è ufficiale. “Non una scelta facile, tempo di nuovi sogni”. Il rammarico di Viale Mazzini

Il conduttore ha confermato la decisione in un incontro col direttore generale Rossi. Il Nove pronto a ingaggiarlo. Fabio Fazio: “Ama a Discovery? Ne sarei molto molto felice”

Roma, 15 aprile 2024 - È ufficiale il divorzio tra la Rai e Amadeus. È quanto è emerso da un incontro tra il conduttore e il direttore generale di Viale Mazzini, Giampaolo Rossi, che si è concluso intorno all’ora di pranzo.

Quello tra Amadeus e Rossi sarebbe stato un incontro cordiale: il conduttore ha ufficializzato la sua decisione di non rinnovare il contratto con la Rai, in scadenza a fine agosto, per affrontare nuove sfide professionali. Stando ai rumors delle ultime settimane, lo aspetta il gruppo Warner Bros. Discovery, pronto ad ingaggiarlo per farne un volto di punta del canale Nove. 

Amadeus
Amadeus

Approfondisci:

Amadeus punta sul Nove, vicino l’addio alla Rai

Le parole di Ama e il comunicato Rai

Amadeus saluta la Rai con un video postato su Instagram. "Lavorare in Rai per tanti anni è stato per me motivo di orgoglio, di responsabilità ed immenso piacere. Al servizio pubblico va il mio più sentito ringraziamento”, esordisce il conduttore che ringrazia dirigenti e maestranze, colleghi e artisti. Poi sottolinea “È tempo di nuovi sogni”.

E ancora: “Grazie a tutti i dirigenti che ho incontrato negli anni che hanno riposto in me fiducia, garantendomi autonomia e serenità”. Ama assicura che “non è stata per me una scelta facile anche in considerazione degli sforzi importanti fatti da Rai per trattenermi, e senza che io abbia mai fatto alcuna richiesta per favorire i miei familiari o per escludere miei passati collaboratori, a dispetto di quanto è stato fatto circolare sulla stampa negli ultimi giorni. Non è nel mio stile”.

Più o meno contemporaneamente viene diffusa una nota di Viale Mazzini che “prende atto” con “rammarico” della decisione del conduttore. “Ma resta, forte, il senso di riconoscenza e di gratitudine per il percorso comune, costellato di grandi successi e di momenti che, come il Festival di Sanremo, sono entrati nella storia della Rai e del Paese", si aggiunge nella nota. Conclude la Rai: "Nell'augurare ad Amadeus buon lavoro, all'Azienda resta la certezza di aver fatto ad Amadeus - proprio per la stima e la considerazione dovuta alla sua professionalità - tutte le proposte possibili in termini economici ed editoriali nella piena garanzia della massima libertà artistica".

I rumors sul Nove

A rilanciare i rumors sull'addio di Amadeus era stato ancora una volta Fiorello: “Tre, due, uno, Amadeus lascia la Rai e va al Nove”, aveva detto tutto d'un fiato lo showman, dopo aver letto, a Viva Rai2! il finto comunicato ufficiale della Rai, firmato anche dai vertici del passato, da Carlo Fuortes a Fabrizio Del Noce, sul divorzio del conduttore di Affari Tuoi da Viale Mazzini. L’amico Fiorello non c’era andato lontano. 

Sarebbe ormai agli ultimi dettagli la definizione dell'accordo con il gruppo guidato in Italia da Alessandro Araimo, che ha già messo a segno il colpo Fabio Fazio.

Per Amadeus sul Nove sarebbe pronto l'access prime time, la sua fascia di elezione, quella su cui ha costruito il suo patto di ferro con il pubblico, magari con Soliti Ignoti, il cui contratto con la Rai sarebbe in scadenza. In ballo anche l'ipotesi di una serie di prime serate legate alla musica, in cui Amadeus metterebbe in campo l'esperienza del quinquennio da direttore artistico e conduttore di Sanremo, con risultati storici in termini di ascolti (66% la media 2024), spot (oltre 60 milioni la raccolta dell'ultima edizione, record di sempre) e impatto sul mercato discografico (90 i brani certificati oro e platino da Fimi e 14 milioni di copie vendute in cinque edizioni del festival). A spingere il conduttore verso nuove sfide professionali, oltre agli aspetti economici, sarebbe comunque il desiderio di maggiore libertà dai condizionamenti, anche della politica, sulla Rai, più che mai con il cambio dei vertici in vista, nonché la possibilità di innovare e sperimentare sulla rete cresciuta di più in questa stagione rispetto al resto del panorama tv. 

Fazio: “Amadeus al Nove? Ne sarei molto felice” 

“Amadeus al Nove? Ne sarei molto molto felice”. Csoì Fabio Fazio commenta l’ormai prossimo  – anche se non ufficiale trasloco del presentatore a Discovery”. Un passaggio che il conduttore di Che tempo che fa ha già vissuto lo scorso anno con Lucianina Littizzetto. Fazio è stato un pioniere di fatto dimostrando che sì, si può fare ascolti sostanziosi anche in una tv minore. In un certo senso ha spianato la strada ad Amadeus. E ad altri, chissà. Si parla già di un arrivo al Nove anche di Fiorello. Ma qui siamo ancora alla ‘fanta-tv’ . 

Il saluto di Carlo Conti

"Perdo un grande compagno di squadra. Sono però certo che abbia fatto una scelta difficile ma ben ponderata". Così Carlo Conti commenta l’addio di Amadeus alla Rai. 

Per i bookmaker lui e Paolo Bonolis sono in lizza per diventare i nuovi conduttori del Festival di Sanremo.  Conti, già all'Ariston tra 2015 e 2017, è offerto a 2,75 su Planetwin365 ma anche il ritorno di Paolo Bonolis, è dato a 2,75 per i betting analyst di Snai ed è in forte risalita nelle ultime ore. Scenderebbero invece in maniera netta le possibilità di vedere per la prima volta al Festival Alessandro Cattelan, così come è remota la possibilità di una conduzione di Stefano De Martino, Milly Carlucci o Maria De Filippi. 

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro