Mercoledì 24 Luglio 2024

L’altezza media degli abitanti di Milano non è cambiata in 2.000 anni

157,8 cm per le donne e 168,5 cm per gli uomini nell'arco di venti secoli: queste le misure rilevate da un recente studio

Milano, piazza del Duomo (credit: Pexels CC0)

Milano, piazza del Duomo (credit: Pexels CC0)

L’altezza media degli abitanti di Milano non è cambiata nell’arco di 2.000 anni. A prendere le misure ai cittadini del capoluogo lombardo, maschi e femmine, è stato uno studio recentemente pubblicato sulla rivista Scientific Reports.

Valutati 100 scheletri per ciascuna di cinque diverse epoche

I ricercatori dell'Università degli Studi di Milano hanno analizzato 549 resti scheletrici provenienti da 13 necropoli e cimiteri, tutti in territorio cittadino, relativi a cinque differenti periodi storici: epoca romana (I-V secolo d.C.), alto medioevo (VI-X secolo d.C.), tardo medioevo (XI-XV secolo d.C.), epoca moderna (XVI-XVIII secolo d.C.) ed epoca contemporanea (XIX-XX secolo d.C.).

Per ogni epoca sono stati valutati circa 100 scheletri, suddivisi tra maschi e femmine, stimandone la statura secondo la lunghezza delle ossa del femore.

157,8 cm di altezza la media delle donne, 168,5 quella degli uomini

L'altezza delle donne è così risultata variare da 143,5 a 177,6 cm, con una media generale di 157,8 cm. L’altezza degli uomini è invece risultata andare da 152 a 195,4 cm, con una media generale di 168,5 cm.

Dettaglio interessante: non ci sono stati cambiamenti significativi nelle altezze medie riscontrate per i diversi periodi storici. E questo ha suggerito agli autori dello studio che la vita cittadina di Milano ha fornito un ambiente stabile per migliaia di anni e in particolare per i suoi abitanti a basso reddito, dal momento che i resti analizzati provenivano tutti da necropoli e cimiteri riservati alle classi meno abbienti della società milanese.