Domenica 14 Aprile 2024

Xi avverte Biden: “Taiwan è la prima linea rossa insormontabile”. Il presidente Usa: “Preoccupati da collaborazione militare con Mosca”

Telefonata tra il presidente cinese e quello americano durata 90 minuti. Il leader del gigante asiatico: “Non lasceremo che il sostegno alle forze dell’indipendenza dell’isola restino incontrollati”

Pechino, 2 aprile 2024 – Lunga telefonata, durata 90 minuti, tra il presidente degli Stati Uniti Joe Biden e il presidente cinese Xi JinpingTaiwan e Russia, anzitutto, ma i due leader hanno fatto anche un "check in" sui progressi ottenuti sui temi discussi lo scorso anno durante il loro vertice, quali la cooperazione contro il traffico di droghe, la comunicazione militare, l'affrontare i rischi legati all'Ia e continuare gli sforzi sul cambiamento climatico, ha riferito la Casa Bianca.

Taiwan linea rossa

La questione di Taiwan "è la prima linea rossa insormontabile nelle relazioni sino-americane". Il presidente cinese Xi Jinping nella telefonata avuto in serata con l'omologo Usa Joe Biden ha assicurato che "non lasceremo che le attività separatiste, la connivenza esterna e il sostegno alle forze dell'indipendenza di Taiwan restino incontrollati". Pertanto, ha aggiunto Xi nel resoconto della Xinhua, "ci auguriamo che gli Stati Uniti mettano in pratica la dichiarazione positiva del Presidente di non sostenere l'indipendenza di Taiwan".

Mantenere la stabilità nello Stretto

Il presidente degli Stati Uniti ha esortato il suo omologo cinese Xi Jinping a mantenere la calma intorno a Taiwan, mentre la democrazia autogovernata rivendicata da Pechino si prepara all'insediamento del neoeletto presidente Lai Ching-te in maggio. Biden ha "sottolineato l'importanza di mantenere la pace e la stabilità attraverso lo Stretto di Taiwan e lo stato di diritto e la libertà di navigazione nel Mar Cinese Meridionale", si legge in un comunicato della Casa Bianca.

Il presidente Joe Biden e il presidente cinese Xi Jinping (Ansa)
Il presidente Joe Biden e il presidente cinese Xi Jinping (Ansa)

La collaborazione militare con Mosca

Biden ha sollevato con il presidente cinese Xi Jinping le preoccupazioni americane sulla cooperazione di Pechino con la Russia per ricostruire l'industria militare di base di Mosca, ha detto un funzionario dell'amministrazione Usa.

Approfondisci:

Francia, Cina invii 'messaggio chiaro' a Mosca sull'Ucraina

Francia, Cina invii 'messaggio chiaro' a Mosca sull'Ucraina

Lo sviluppo high-tech di Pechino

"Se gli Usa sono disposti a portare avanti una cooperazione a vantaggio reciproco e a condividere i dividendi dello sviluppo cinese, la nostra porta sarà sempre aperta; se insistono nel sopprimere lo sviluppo high-tech della Cina e nel privarla del legittimo diritto allo sviluppo, noi non staremo a guardare". E' il monito del presidente Xi Jinping all'omologo Usa Joe Biden sulla "serie infinita di misure per sopprimere economia, commercio, scienza e tecnologia della Cina", mentre "l'elenco delle sanzioni contro le aziende cinesi è sempre più lungo: questa non è rimozione del rischio ma creazione di rischio", ha riferito la Cctv. Biden ha sollevato con Xi Jinping le preoccupazioni americane sulle politiche commerciali scorrette e le pratiche economiche non di mercato della Cina, riferisce la casa Bianca.

Blinken e Yellen andranno in Cina

La segretaria al Tesoro statunitense, Janet Yellen, sarà in Cina "nei prossimi giorni" e il capo della diplomazia americana, Antony Blinken, ci andrà "nelle prossime settimane". Lo ha reso noto una funzionaria della Casa Bianca. Le visite avranno luogo a seguito del colloquio telefonico svoltosi ogg per "gestire le tensioni" tra le due superpotenze, ha aggiunto la fonte che ha preferito mantenere l'anonimato.