Washington, 23 maggio 2018 - Aria di cambiamento, in Georgia. Stacey Abrams ha vinto le primarie democratiche per la candidatura a governatore. È la prima donna a vincere la nomination nello Stato per uno dei principali partiti e se verrà eletta a novembre scriverebbe la storia degli Stati Uniti, diventando la prima donna afroamericana governatrice negli Usa. 

A favore di Abrams - 44enne avvocato del Wisconsin - avevano espresso il loro endorsement pesi massimi del partito democratico, fra cui Hillary Clinton e Bernie Sanders.
Dalla parte della candidata - ex leader della minoranza della Camera dello Stato della Georgia - anche altri due esponenti democratici di primissimo piano come il senatore del New Jersey Cory Booker e la senatrice californiana Kamala Harris.

Le urne delle primarie premiano tra i democratici i volti nuovi e non legati al sistema. Soprattutto nel Sud più conservatore, gli americani hanno scelto politici non di professione, donne, militari e minoranze. In Kentucky gli elettori hanno optato per Amy McGrath, la prima donna della Marina militare a volare su un F-18, per un importante seggio alla camera statale. In Texas i democratici hanno nominato in posti chiave due donne lesbiche, una sudamericana e una filippina.