Martedì 16 Aprile 2024

Simulatore di esplosione nucleare: che cos’è l’ultima arma voluta da Putin

L’ordigno è stato messo a punto dagli scienziati dell’accademia militare russa per la logistica Khrulev. Cosa sappiamo

Mosca, 28 febbraio 2024 – Simulatore per testare gli effetti delle esplosioni nucleari. Lo hanno messo a punto gli scienzati dell’accademia militare russa per la logistica Khrulev. Il nuovo sistema sostituirà un tipo più antiquato. Secondo quanto scritto nel brevetto, citato dall’agenzia Tass, lo scopo è fornire “una chiara simulazione delle caratteristiche visive, come effetto dell’impatto, flash di luce e fungo atomico, di una esplosione nucleare al suolo”.

Simulazione di un'esplosione, il 25 aprile 1952, di un modello di bomba H, termonucleare o bomba all'idrogeno
Simulazione di un'esplosione, il 25 aprile 1952, di un modello di bomba H, termonucleare o bomba all'idrogeno

Clicca qui se vuoi iscriverti al canale WhatsApp di Qn

La nuova apparecchiatura, aggiunge la Tass, sarà usata per “esercitazioni e addestramento pratico di unità militari e per migliorare la qualità della preparazione delle forze di terra in operazioni di combattimento nel contesto dell’uso di armi nucleari, così come delle unità per il controllo delle radiazioni” per “individuare l’epicentro di una esplosione nucleare”.

Gli scienziati hanno detto che il nuovo sistema prenderà il posto di quello usato in precedenza, l’IU-59, considerato ormai obsoleto. Un altro simulatore in passato impiegato per la valutazione delle esplosioni di ordigni nucleari sganciati dagli aerei, lo IAB-500, è ormai in disuso dal 1984.