Putin dichiara lo stipendio di un chirurgo (e un appartamento). Svanita la villa sul Mar Nero, spunta un palazzo in un parco

La dichiarazione dei redditi del presidente russo, dovuta per candidarsi alle presidenziali, ha lasciato diversi dubbi all’opposizione. Biden prende il quadruplo

Mosca, 30 gennaio 2024 - Vladimir Putin guadagna al pari di un dirigente aziendale o un chirurgo specialistico, almeno è quello che riporta la sua dichiarazione dei redditi degli ultimi sei anni presentata oggi, richiesta per la sua registrazione come candidato alle elezioni presidenziali di marzo. Dal documento risulta che Vladimir Vladimirovic Putin, negli ultimi sei anni, ha percepito oltre 67,5 milioni di rubli, 753.974 dollari, cioè più di 125 mila dollari all'anno, e poco meno di 10.500 dollari al mese. Insomma uno stipendio ‘modesto’ per uno degli uomini più potenti del mondo. E qualche dubbio all'opposizione è sorto.

Vladimir Putin
Vladimir Putin

Tra le fonti di reddito dello zar ci sono il suo stipendio da presidente, i guadagni da depositi bancari (Di cui 10 conti bancari con un fondo di 54.416.604 rubli, pari a 606.190 dollari, ndr), obbligazioni e azioni (230 azioni della banca Sankt Peterburg), la sua pensione militare da ex agente del Kgb e alcune vendite di proprietà. Nella sua città natale, San Pietroburgo, Putin possiede un appartamento di 77 metri quadrati e un parcheggio coperto di 18 metri quadrati. Nella dichiarazione risultano anche tre automobili.

Washington vuole schierare missili nucleari in Gran Bretagna. Mosca: “Così aumentano escalation e minaccia in l’Europa”

Le entrate e il patrimonio del presidente russo sarebbero molto inferiori ad esempio al presidente americano Joe Biden, il quale riceve uno stipendio da 400 mila dollari l'anno nella stanza Ovale, e può contare su un fondo spese da 50 mila dollari, un conto dedicato ai viaggi da 100 mila e uno da 19 mila per lo svago e al tempo libero. In tutto, ha stimato Forbes, Biden avrebbe un patrimonio di 10 milioni di dollari, che erano 8 quando è entrato alla Casa Bianca. Il numero uno di Washington nel tempo, oltre gli stipendi da vicepresidente e una pensione da 250 mila dollari da veterano, ha fatto fruttare i suoi investimenti e si ritrova con due case in Delaware del valore complessivo di 7 milioni di dollari, e in garage una Corvette Stingray, pagata del padre 5700 dollari nel '69 e che oggi vale oltre 100 mila dollari.

Tornando a Putin secondo l'opposizione nella sua dichiarazione dei redditi qualcosa non torna, a partire da quella villa principesca che lo zar si sarebbe fatto costruire sul Mar Nero e che in patria è ormai il segreto di Pulcinella. Inoltre ieri è spuntato un video su un sontuoso, e segreto, palazzo dello zar nascosto in un parco naturale nel nord-ovest della Russia.

Ma sui tesori accumulati da Putin si erano già levate in passato diverse voci, come quella di Bill Browder, imprenditore inglese di origine statunitense e CEO e co-fondatore di Hermitage Capital Management, consulente per gli investimenti del Fondo Hermitage, dal 1995 al 2006 il più grande investitore di portafoglio straniero in Russia. Borwder, a cui fu vietato rientrare in Russia dopo il 2005, e che fu uno dei promotori con Obama del Magnitsky Act, ha scritto un libro, Freezing Order, in cui parla di un patrimonio di oltre 200 miliardi per Putin, in una Russia organizzata come una famiglia mafiosa, dove almeno il 50% delle fortune di molti oligarchi a lui fedeli sono in realtà sue. Se vuoi iscriverti al canale WhatsApp di Qn clicca qui