Timori per la Moldavia. “Mosca si prepara a destabilizzare il Paese”

Isw: “Putin vuole ostacolare l’integrazione nell’Ue e nell’Occidente”. Occhi puntati sulla Transnistria, occupata dai russi

La mappa di Moldavia e Transnistria
La mappa di Moldavia e Transnistria

Roma, 29 gennaio 2024 – La Moldavia, paese confinante con l’Ucraina, resta nel mirino di Putin. La repubblica è indipendente dal crollo dell’Unione sovietica nel 1991. “I funzionari e i portavoce del Cremlino continuano a creare condizioni informative per destabilizzare il Paese, probabilmente come parte degli sforzi per impedire l'integrazione di Chisinau nell'Ue e nell'Occidente, tra gli altri obiettivi”, scrive il think tank statunietense Isw (Institute for the study of war) nell'ultimo report pubblicato sul suo sito sottolineando alcuni argomenti a sostegno dell'analisi.

Approfondisci:

Kara-Murza, oppositore di Putin condannato a 25 anni, trasferito dal carcere in Siberia: perse le tracce

Kara-Murza, oppositore di Putin condannato a 25 anni, trasferito dal carcere in Siberia: perse le tracce
Approfondisci:

Chi è Boris Nadezhdin, il candidato alle presidenziali che spaventa Putin e piace all'Occidente

Chi è Boris Nadezhdin, il candidato alle presidenziali che spaventa Putin e piace all'Occidente

La mappa

L’allontanamento dalla Russia

Mosca non vuole che la Moldavia esca dalla sua orbita di influenza. Alexei Polishchuk, direttore del secondo dipartimento dei Paesi della Comunità degli Stati indipendenti (Csi) presso il ministero degli Esteri russo, ha affermato in un'intervista all'agenzia di stampa statale russa Tass, pubblicata il 28 gennaio, che la Moldavia ha iniziato a "distruggere i suoi legami” con gli Stati membri della Csi e con l'organizzazione guidata da Mosca nel suo complesso e che ci sono voci secondo le quali la Moldavia intende lasciare la Csi entro la fine del 2024.

La questione della Transnistria

Polishchuk ha affermato che questa decisione non gioverebbe agli interessi o ai cittadini moldavi e non sarebbe redditizia per l'economia moldava, aggiungendo che la risoluzione della questione della Transnistria in Moldavia è in una “profonda crisi” e che la pressione economica esercitata da Chisinau sulla Transnistria dall'inizio del 2024 ha “ulteriormente ritardato” qualsiasi soluzione. Polishchuk ha sostenuto inoltre che la Russia è pronta a risolvere il deterioramento delle relazioni tra Moldavia e Transnistria “come mediatore e garante” della soluzione.

Cos’è la Transnistria

La Transnistria è una striscia di territorio della Moldavia, al confine con l’Ucraina, occupata dai russi. Si tratta di una piccola entità autoproclamatasi indipendente e non riconosciuta dall'Onu.

L’alt di Chisinau

Il vice primo ministro moldavo Oleg Serebrian ha dichiarato il 28 gennaio che la Moldavia non tornerà al processo negoziale 5+2 sulla Transnistria che includeva la Russia finché le relazioni russo-ucraine non miglioreranno e la guerra della Russia in Ucraina continuerà.

Approfondisci:

L’Ucraina e la pace americana, Biden proporrà la soluzione. L’analista: negoziato possibile

L’Ucraina e la pace americana, Biden proporrà la soluzione. L’analista: negoziato possibile