Ucraina, le news: missile russo verso la Polonia, decollano tre F-16 da Varsavia. Medvedev: guerra con la Nato sarebbe l’Apocalisse

Ne danno notizia i media. Attacco massiccio delle forze di Putin, Kiev resta senza elettricità. Putin intervistato dal giornalista americano Tucker Carlson 

Roma, 7 febbraio 2024 – Missile russo verso la Polonia, decollano tre F-16 da Varsavia. Torna a salire al massimo la tensione nel conflitto. Nel massiccio raid di Mosca, Kiev è rimasta senza elettricità. Mentre la Polonia ha attivato il suo protocollo di difesa aereo e l’aviazione di Varsavia è stata schierata in volo e sono decollati tre F-16. Lo riporta R.

Il missile russo lanciato contro l’Ucraina è volato a venti chilometri dal confine polacco. Le autorità polacche hanno fatto sapere di aver attivato tutte le procedure necessarie per garantire la sicurezza del proprio spazio aereo, aggiungendo che la ‘’leadership della Repubblica di Polonia monitora costantemente la situazione’’. In una nota diffusa da Varsavia si legge che “mettiamo in guardia contro l’attivazione dell’aviazione polacca e alleata, che potrebbe essere associata a un aumento dell’attività soprattutto nella regione sud-orientale del paese”.

E sembra rispondere a queste parole l’ex presidente russo Medvedev. Che avverte: “Nessun piano di guerra alla Nato, sarebbe l’Apocalisse”. Mentre il leader del Cremlino Putin, fa sapere il portavoce Peskov, ieri è stato intervistato dal giornalista americano Tucker Carlson.

Ucraina, la guerra è arrivata al giorno 714
Ucraina, la guerra è arrivata al giorno 714

Le notizie in diretta dalla guerra in Ucraina

15:11
Kiev: Mosca ha usato missili nordcoreani contro Kahrkiv

L'Ucraina accusa la Russia di aver utilizzato missili di fabbricazione nordcoreana negli attacchi che nelle ultime ore hanno colpito il territorio di Kharkiv. "Due dei cinque missili lanciati stamani contro Kharkiv erano di fabbricazione nordcoreana. Frammenti metallici di missili balistici sono stati raccolti dagli artificieri in una zona industriale. Secondo le prime conclusioni degli esperti, si tratta di missili nordcoreani Hwasong-11Ga (KN-23)", ha scritto in un post su Facebook Serhii Bolvinov, capo del dipartimento investigativo della direzione della Polizia nazionale nella regione di Kharkiv. 

13:40
Ucraina: Oms e Unicef, aumentano gli attacchi a ospedali e scuole

In Ucraina gli attacchi contro i civili e gli obiettivi civili come le scuole, gli ospedali e i servizi sanitari devono cessare. "Siamo profondamente preoccupati per il recente drastico aumento degli attacchi che colpiscono civili e obiettivi civili in tutta l’Ucraina, in particolare nelle strutture sanitarie e scolastiche", hanno dichiarato il rappresentante dell’Oms in Ucraina, Jarno Habicht, e la rappresentante Unicef in Ucraina, Munir Mammadzade. "Da febbraio 2022, l’Oms ha documentato 1552 attacchi ai servizi sanitari, che hanno avuto un impatto su operatori sanitari, forniture, strutture, magazzini e trasporti, comprese le ambulanze e hanno causato almeno 112 vittime, tra cui operatori sanitari". "Questi attacchi hanno messo in pericolo la vita dei bambini, degli operatori sanitari e dei civili. Hanno interrotto l’accesso ai servizi sanitari essenziali e all’istruzione per migliaia di persone, spesso in aree pesantemente colpite dalla guerra con una popolazione già vulnerabile, che comprende anziani, bambini e persone con disabilità", dicono i due rappresentanti. "Gli attacchi a scuole, ospedali e altre infrastrutture civili sono inaccettabili e possono costituire una violazione del diritto internazionale umanitario". "Le scuole, le strutture sanitarie e i civili devono essere sempre protetti per garantire la fornitura ininterrotta di servizi sanitari e scolastici a tutte le persone in Ucraina", concludono Habicht e Mammadzade.

13:13
Borrell a Kiev: "L'unità è la chiave per vincere la guerra"

"Il vostro Paese deve continuare le riforme facendo passi avanti significativi nel processo di integrazione con l’Unione Europea. Ci sono divergenze politiche, che fanno parte delle regole democratiche, ma l’unità è chiave per la vostra vittoria, l’ho detto anche nel mio discorso alla Rada, unità politica e sociale per affrontare le difficoltà della guerra". Lo ha detto l’alto rappresentante Ue Josep Borrell durante il punto stampa a Kiev con Denys Shmyhal, primo ministro ucraino. "Stiamo ultimando le discussioni sul Fondo di assistenza all’Ucraina per forniture militari più prevedibili: la guerra deve essere vinta per vincere la pace", ha aggiunto.

11:51
Peskov conferma: Carlson ha intervistato Putin

Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha confermato che ieri il giornalista americano Tucker Carlson ha intervistato Vladimir Putin. Secondo Peskov, Carlson "ha una posizione diversa dalle altre, non è affatto filo-russa, né filo- ucraina, è piuttosto filo-americana. Ma, almeno, è contrastante con le posizioni tradizionali dei media anglosassoni". 

Putin è stato intervistato dal giornalista Usa Tucker Carlson
Putin è stato intervistato dal giornalista Usa Tucker Carlson
10:45
Mosca: "Nei raid sull'Ucraina colpite fabbriche di armamenti"

Il ministero della Difesa di Mosca ha affermato che nei bombardamenti di stamane sull’ Ucraina, compiuti con missili e droni, sono state colpite "fabbriche del complesso militare-industriale". In particolare quelle che producono "imbarcazioni senza pilota, sistemi missilistici costieri, missili per sistemi a lancio multiplo ed esplosivi".

10:20
Medvedev: "La Russia non ha piani per fare guerra alla Nato, sarebbe l'Apocalisse"

Se dovesse esserci una guerra tra Russia e Nato, sarebbe "l’Apocalisse, la fine di tutto". Lo ha detto oggi l’ex presidente russo Dmitry Medvedev criticando gli allarmi lanciati da diversi Paesi europei e dagli Usa sulla presunta intenzione di Mosca di attaccare l’Alleanza Atlantica se non dovesse essere sconfitta in Ucraina. "I politici occidentali - scrive Medvedev sul suo canale Telegram - dovrebbero dire ai loro elettori l’amara verità e non trattarli come idioti senza cervello. Spiegare loro cosa accadrà realmente e non ripetere il falso mantra sulla preparazione alla guerra con la Russia". Secondo Medvedev, queste sono "chiacchiere estremamente pericolose", mentre la Russia "ha ripetutamente parlato dell’assenza di piani per un conflitto con la Nato". La ragione di questi ripetuti allarmi, sottolinea l’ex presidente e attuale vice segretario del Consiglio di Sicurezza nazionale, va ricercata nel fatto che per i Paesi occidentali "è necessario distogliere l’attenzione degli elettori per giustificare le spese multimiliardarie" a favore dell’Ucraina. 

10:09
Il cancelliere tedesco Scholz da Biden negli Usa: l'Ucraina al centro dell'agenda

Il cancelliere tedesco Olaf Scholz metterà in risalto gli sforzi dell'Europa per aiutare l'Ucraina a respingere l`invasione russa durante il suo viaggio a Washington, dove arriverà domani sera. Lo hanno indicato fonti del governo di Berlino, nel tentativo evidente di dare slancio al sostegno a Kiev. Scholz sarà a cena con i parlamentari statunitensi al suo arrivo domani sera, hanno spiegato i funzionari tedeschi. Il giorno successivo avrà una colazione con i dirigenti d’azienda statunitensi prima di incontrare per un colloquio il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden. Con l’inquilino della Casa Bianca discuterà principalmente di Ucraina, Nato e guerra tra Israele e Hamas a Gaza. La missione di Scholz arriva in un contesto di incertezza sul sostegno degli Stati Uniti all'Ucraina, con il Congresso in fase di stallo sulla richiesta urgente di Biden a ottobre di approvare ulteriori 61 miliardi di dollari. I parlamentari repubblicani insistono sul fatto che questo sia legato a un cambiamento non correlato nella politica di immigrazione. Scholz fornirà un aggiornamento sugli aiuti europei, ad esempio sull’assistenza militare bilaterale tedesca che ammonta a circa 30 miliardi di dollari dall’inizio della guerra quasi 2 anni fa, hanno detto i funzionari.

08:48
L'appello di papa Francesco per la pace e la "martoriata Ucraina"

“E non dimentichiamo le guerre. Non dimentichiamo la martoriata Ucraina, la Palestina, Israele, i Rohingya. Tante, tante guerre che sono dappertutto. Preghiamo per la pace. La guerra sempre e’ una sconfitta, sempre! Preghiamo per la pace, ci vuole la pace”. E’ l’appello di Papa Francesco al termine dell’Udienza Generale.

Papa Francesco e il nuovo appello per la pace
Papa Francesco e il nuovo appello per la pace
08:26
Kiev, "890 vittime delle forze russe nell’ultimo giorno"

La Russia ha perso 391.470 soldati in Ucraina dall’inizio della guerra, il 24 febbraio 2022. Lo ha riferito lo Stato maggiore delle forze armate ucraine. Questo numero comprende oltre 890 vittime delle forze russe subite nell’ultimo giorno. Secondo il rapporto, la Russia ha perso anche 6.372 carri armati, 11.879 veicoli corazzati da combattimento, 12.486 veicoli e serbatoi di carburante, 9.387 sistemi di artiglieria, 980 sistemi di razzi a lancio multiplo, 665 sistemi di difesa aerea, 332 aerei, 324 elicotteri, 7.177 droni, 24 imbarcazioni e un sottomarino.

08:24
Kiev: "Massiccio attacco russo contro l'Ucraina, sparati 44 missili"

La Russia ha lanciato un massiccio attacco contro l’Ucraina stamane, sparando 44 missili e 20 droni. Lo ha riferito l’esercito ucraino.