Venerdì 14 Giugno 2024

Crolla il tetto di una chiesa in Messico: 10 morti e 60 feriti. Venti persone sotto le macerie, tra le vittime 3 bambini

È successo a Ciudad Madero, nello stato di Tamaulipas. A cedere è stata l'intera volta di copertura dell’edificio, all’interno c’erano centinaia di fedeli riuniti per dei battesimi. Morto anche un neonato

Città del Messico, 2 ottobre 2023 – "Cause strutturali” avrebbero provocato il crollo della copertura della chiesa in Messico. Lo ha riferito stamattina il sindaco di Ciudad Madero, la città sconvolta dalla tragedia che ha colpito centinaia di fedeli.  Dieci morti, tra cui un neonato, 20 dispersi e 60 feriti. Si aggrava di ora in ora il bilancio del crollo del soffitto di una chiesa avvenuto nel nordest del Messico. ù

“Proseguono i lavori di rimozione dei detriti per effettuare le manovre di salvataggio”, hanno sottolineato poco fa le autorità. L’incidente è accaduto ieri a Ciudad Madero, nello stato di Tamaulipas. La copertura ha ceduto mentre nell’edificio religioso erano riuniti i fedeli: almeno un centinaio. Tra le vittime, ci sono 5 donne, 3 uomini e tre bambini, uno dei quali aveva solo un anno. 

Sono nove le salme recuperate finora, mentre una è ancora sepolta sotto le macerie, in base all'ultimo aggiornamento delle autorità locali. I feriti sarebbero una sessantina, 23 dei quali ricoverati in ospedale: due sono gravissimi e si trovano in terapia intensiva.

Le cause: “Cedimenti strutturali”

Al momento non è ancora chiaro cosa possa aver causato il crollo, ma il sindaco di Ciudad Madero ha parlato di “cedimenti strutturali”. Il sacerdote che stava celebrando il battesimo al momento dell'incidente, Angel Vargas, ha raccontato che “una giornata di festa si è trasformata in una tragedia”. E ancora. "Sono venuti a cercare il paradiso per i più piccoli e hanno trovato l'eternità. Voglio che le famiglie trovino la pace. Tutto questo è insondabile", ha affermato.

Monsignor José Armando Álvarez, responsabile della diocesi di Tampico, ha raccontato che il tetto è crollato mentre i parrocchiani ricevevano la comunione. Dai primi accertamenti, alla cerimonia partecipavano un centinaio di persone. “Con speranza confidiamo che sotto le macerie, grazie alla Divina Provvidenza e al lavoro delle forze di soccorso, le persone escano vive”, ha scritto la diocesi di Álvarez in un messaggio pubblicato sui social.

Il vescovo: "Sopravvissuti sotto le macerie”

Nelle operazioni di soccorso, per cercare di estrarre chi è rimasto sotto le macerie, sono coinvolti soldati, poliziotti, vigili del fuoco, paramedici e cani molecolari. Il vescovo Jose Armando Alvarez ha rivolto via Facebook un videomessaggio in cui ha chiesto di ''pregare per loro'', per le vittime. ''Stiamo vivendo un giorno molto difficile. Al momento di sta lavorando per recuperare i sopravvissuti che sono rimasti sepolti sotto le macerie'', ha affermato.

Cosa è successo: la tragedia

“Dieci persone sono morte” nella città costiera di Ciudad Madero, ha detto in un comunicato un portavoce del governo dello stato di Tamaulipas. Altre persone sono rimaste intrappolate e sono in corso le operazioni di salvataggio: almeno 20 fedeli sarebbero ancora sotto le macerie della parrocchia di Santa Cruz, dove al momento del crollo si stava per celebrare dei battesimi.

Si scava per cercare i dispersi

Secondo quanto riferisce la testata locale ‘El Diario de Cudad Victoria’, intorno alla chiesa sono rimaste riunite per tutta la notte decine di persone in cerca dei familiari sepolti sotto le macerie. Immagini riprese da una videocamera di sicurezza rivelano che a cedere è stata l'intera volta di copertura della chiesa, proprio nel momento in cui al suo interno si stavano celebrando il sacramento per alcuni neonati: uno di questi è morto.

Ecco dove: la mappa