Giovedì 23 Maggio 2024

Spie russe nella Nato: espulse. Filorussi: base militare in Transnistria colpita da drone. Truppe di Mosca avanzano: “Sono a 500 metri da Chasiv Yar”

Droni ucraini su aeroporto russo: distrutti sei caccia Sukhoi. Le forze ucraine hanno danneggiato anche una sottostazione elettrica nel distretto di Morozovsky. Yermak: "Momento critico, servono aiuti subito". Attentato di Mosca, una pista porta a Kiev: “Uomini in mimetica con le bandiere ucraine nei cellulari dei tagiki“

Roma, 5 aprile 2024 – Una base militare in Transnistria (Moldavia), è stata colpita da un drone, secondo fonti separatiste filorusse non ci sarebbero al momento feriti né vittime.

Intanto, l'Ucraina ha lanciato un "massiccio attacco" di droni contro un aeroporto militare russo nell'oblast di Rostov distruggendo sei jet del tipo Sukhoi (Su-24, Su-24M e Su-34) pronti a partire in missione e danneggiando una sottostazione elettrica nel distretto di Morozovsky. Ne dà notizia il governatore Vasily Golubev specificando che la difesa aerea russa ha intercettato oltre 40 droni diretti contro lo scalo militare. Pioggia di droni e di missili anche in direzione opposta: le forze russe hanno lanciato contro l’Ucraina due missili guidati antiaerei S-300/S-400, tre missili balistici Iskander-M e 13 droni Shahed. Kiev sostiene che le sue difese hanno intercettato tutti i 13 droni. Intanto, sul fronte ucraino, le truppe di Mosca avanzano. Secondo il Comando orientale delle Forze Armate di Zelensky la situazione a Chasiv Yar sarebbe molto difficile, con i russi “a 500 metri dalla cittadina” che, sottolineano fonti ucraini, non sarebbe ancora caduta. 

Jet russi Sukhoi Su-30
Jet russi Sukhoi Su-30

Proseguono le indagini sull'attentato di Mosca, e nonostante tutte le evidenze e le rivendicazioni dell'Isis-K il Cremlino punta ancora sulla pista ucraina. Il comitato russo che sta investigando sembra convinto del coinvolgimento di Kiev e ha svelato che nei telefonini dei 4 presunti artefici della strage al Crocus, provenienti dal Tagikistan, ci sarebbero le immagini "di uomini in mimetica con la bandiera ucraina sullo sfondo di edifici distrutti". 

Live  

18:28
Kiev: due giornalisti ucraini tra i feriti del raid russo

"Due giornalisti ucraini risultano tra i 13 feriti nel raid russo a Zaporizhzhia in Ucraina. Sono stati ripetutamente colpiti mentre lavoravano sul luogo dell'attacco". Lo ha detto il ministro dell'Interno ucraino Ihor Klymenko in un post su Telegram, riferisce Ukrinform. "Il nemico colpisce cinicamente ancora una volta proprio quando arrivano gli agenti di polizia, i soccorritori, i medici e i giornalisti. Quando le nostre unità cercano di salvare le vittime", ha sottolineato il ministro. Nell'attacco russo si contano anche tre morti.

18:06
Ambasciatrice Usa: "Attacco della Russia a Zaporizhzhia è crimine contro i civili"

"La Russia ha attaccato Zaporizhzhia oggi, uccidendo 3 persone con attacchi missilistici a distanza di 40 minuti l'uno dall'altro - uno schema orribile apparentemente destinato a uccidere i primi soccorritori e i giornalisti sulla scena". Lo scrive su X l'ambasciatrice Usa in Ucraina Bridget Brink, precisando che «la Russia deve essere ritenuta responsabile di questi crimini contro i civili ucraini".

16:56
Espulse sospette spie russe dalla Nato

"Abbiamo espulso personale russo dal quartier generale della Nato. In effetti stavano svolgendo attività che non erano diplomatiche, ma di intelligence". Lo ha annunciato, in un'intervista alla Bild, il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg nell'intervista. "Stiamo adottando misure per rendere più difficile ai servizi segreti russi svolgere attività illegali tra i Paesi della Nato o al loro interno", ha aggiunto.

15:26
Filorussi: base militare in Transnistria colpita da drone

Una base militare in Transnistria, in Moldavia, è stata colpita da un drone, secondo fonti separatiste filorusse che non segnalano feriti o vittime.

12:44
Bbc conferma 100mila soldati russi uccisi. "Ma la cifra reale può raddoppiare"

Il servizio russo della Bbc insieme al media indipendente russo Mediazona ha confermato l'identità di oltre 50mila soldati russi uccisi in Ucraina: il report ha analizzato fonti open source e cita solo le persone confermate come uccise, quindi sottostimando il totale reale. Lo riporta il Kyiv Independent. La Bbc ritiene che la cifra reale probabilmente superi i 100mila soldati russi morti. Il numero emerso dall'inchiesta giornalistica non include i soldati provenienti dai territori ucraini occupati dai russi: circa 23.400 soldati delle regioni di Donetsk e Lugansk occupate dai russi sono stati uccisi, portando il totale delle morti confermate a quasi 75.000. 

12:08
Ucraina: Russia ha distrutto 80% delle nostre centrali

"Purtroppo la Russia continua il suo terrorismo contro l'energia idroelettrica e a carbone prodotta dall'Ucraina: solo nelle ultime settimane i russi hanno distrutto l'80% delle nostre centrali termoelettriche", ha dichiarato il primo ministro ucraino Denys Shmygal in un'intervista alla televisione estone ripresa dai media nazionali

11:11
Msf: "Colpito un nostro ufficio nel Donetsk"

"In Ucraina, un bombardamento ha colpito e completamente distrutto durante la notte l'ufficio di Medici Senza Frontiere (Msf) a Pokrovsk, nella regione di Donetsk .Tutto il nostro personale è salvo, cinque civili che si trovavano nei pressi dell'ufficio sono rimasti feriti". Lo rende noto Msf in un comunicato condannando l'attacco e chiedendo la protezione delle sue strutture, dei civili, operatori umanitari e dell'assistenza sanitaria. L'ufficio colpito supporta le operazioni medico-umanitarie d'emergenza di Msf per la popolazione nella regione di Donetsk. "Questo attacco al nostro ufficio è tutt'altro che un incidente isolato. La distruzione delle infrastrutture civili è un segno distintivo di questa guerra da molto tempo", ha dichiarato Vincenzo Porpiglia, coordinatore delle emergenze di Msf in Ucraina. 

10:52
"Russi a 500 metri da Chasiv Yar"

"La situazione a Chasiv Yar, nel Donetsk, è molto difficile, i combattimenti sono continui ma le truppe russe non sono riuscite a sfondare la difesa ucraina, sono a 500 metri dalla cittadina": lo ha dichiarato Andriy Zadubinny, portavoce del Comando orientale delle Forze Armate dell'Ucraina smentendo alcune dichiarazioni russe secondo cui la località sarebbe già caduta completamente in mano all'esercito del Cremlino. Lo riporta Rbc-Ukraine.

10:44
Uno dei migliori piloti ucraini di droni è Dvizh: colpiti 400 bersagli umani e 60 unità di supporto

Il volontario 25enne Oleksii di Kryvyi Rih, con il nominativo "Dvizh", è uno degli operatori UAV più efficaci contro le forze d'invasione. Intervistato sul web ha rivelato di aver ucciso 400 'orchi' e distrutto più di 60 unità di equipaggiamento militare. Prima della guerra faceva il saldatore in una fabbrica e non aveva mai guidato un drone. . Oggi "Dvizh" è già una leggenda tra i piloti.

 

10:43
Bild: entro la fine dell'anno Kiev avrà droni con una portata fino a più di 2.000 chilometri

L'Ucraina, per compensare la carenza di missili a medio e lungo raggio, potrebbe utilizzare droni con una portata fino a 2.000 chilometri o più, scrive il Bild citando una fonte a conoscenza di un dossier segreto con importanti novità nelle potenzialità operative ucraine. 

10:15
Servizio di sicurezza ucraino rivela: nella base aerea colpiti jet Su-24, Su-24M e Su-34

Secondo le fonti del Servizio di sicurezza ucraino, che ha effettuato il raid insieme all'esercito e alle forze di difesa contro la base nel Rostov, sono stati distrutti sei velivoli tra Su-24, Su-24M e Su-34. I bombardieri erano pronti a partire in missione. 

Base russa colpita dai droni ucraini nel distretto di Morozovsky
Base russa colpita dai droni ucraini nel distretto di Morozovsky
09:54
007 Gb: Mosca da inizio guerra ha nazionalizzato 180 aziende straniere o di russi all'estero

Secondo l'intelligence del Regno Unito il governo russo avrebbe nazionalizzato, dall'inizio della guerra in Ucraina, circa 180 aziende con asset per un valore 10,6 miliardi di euro. Secondo gli 007 il Cremlino ha dato la priorità a questo processo di nazionalizzazione "quasi certamente" alle società straniere o gestite da russi residenti all'estero "per ridurre l'influenza straniera, in particolare quella occidentale, sull'economia". E questi beni sono stati "ridistribuiti" agli uomini d'affari allineati con il Cremlino, seguendo la linea tracciata da Putin durante la sua apparizione al State of the Nation nel febbraio di quest'anno, in cui si parla di una ''nuova'' élite russa ''forgiata dalla guerra ucraina''.  

08:58
Zelensky: accordo di sicurezza con la Finlandia

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha reso noto che l'Ucraina ha firmato un accordo di sicurezza decennale con la Finlandia nei settori di "importanza fondamentale" per il Paese. "La Finlandia è diventata l'ottavo Paese con cui l'Ucraina ha firmato un accordo di sicurezza. Abbiamo un documento completo e sistematico che sancisce la cooperazione tra l'Ucraina e la Finlandia per 10 anni in tutti i settori di importanza fondamentale. Difesa e aiuti finanziari, investimenti, cooperazione per la ricostruzione dell'Ucraina, sostegno al nostro ingresso nell'Unione Europea e nella Nato e sanzioni contro la Russia".  Concludendo: "Ringrazio la Finlandia per aver adottato misure concrete per proteggerci, per proteggere il nostro popolo. È molto importante che Putin veda che il mondo non ha paura, non è diviso ed è unito nella difesa della vita".

08:58
Ucraina, Yermak: "Momento critico, servono aiuti subito" 

Il capo di gabinetto del presidente ucraino Andry Yermak, intervistato da Politico, ha affermato: "Il problema per noi è il tempo: vorrei sottolineare che adesso è un momento critico per l'Ucraina. È molto importante che il pacchetto di aiuti venga approvato questo mese (dal Congresso degli Stati Uniti) perchè nel frattempo ci sta costando vite". Aggiungendo: "Il duro colpo che l'Ucraina ha subito nelle ultime tre settimane fa parte della campagna russa in vista di una grande offensiva... che potrebbe iniziare alla fine di maggio o all'inizio di giugno. Senza sistemi di difesa aerea è impossibile difendere le nostre città".

Il capo di gabinetto del presidente ucraino Andry Yermak
Il capo di gabinetto del presidente ucraino Andry Yermak
08:57
Kiev: distrutti 6 caccia russi nella notte

Fonti della Difesa ucraina sostengono che l'antiaerea e l'aviazione gialloblu hanno distrutto sei aerei russi durante un attacco notturno. 

Il cacciabombardiere russo Sukhoi Su-34
Il cacciabombardiere russo Sukhoi Su-34

 

07:02
Praga: "Mosca ha tentato di sabotare le reti ferroviarie ucraine ed europee"

Martin Kupka, ministro dei Trasporti della Repubblica ceca, ha detto al Finantial Time che la Russia ha fatto "migliaia" di tentativi per interferire con le reti ferroviarie europee in Ucraina, con l'intento di destabilizzare l'Unione europea e sabotare le infrastrutture critiche. 

06:35
Oms: da inizio guerra 1.682 attacchi contro strutture sanitarie in Ucraina

L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha denunciato 1.682 attacchi contro strutture sanitarie in Ucraina dall'inizio dell'invasione russa. Gli attacchi hanno provocato la morte di 128 persone e 288 feriti tra il personale medico e i pazienti.  Grandi rischi soprattutto per gli operatori delle ambulanze e altro personale di trasporto sanitario. Halyna Saldan, capo del Centro per le cure mediche d'emergenza della regione di Kherson ha spiegato: "Molte squadre di emergenza si trovano sotto il fuoco nemico mentre rispondono a un'emergenza o tornano negli ospedali".

06:35
Attacco con missili su Kharkhiv: 4 morti e 12 feriti

La città di Kharkiv presa nuovamente di mira, i missili russi hanno ucciso almeno quattro persone e ne hanno ferite 12, ha dichiarato il governatore dell'Oblast' di Kharkiv Oleh Syniehubov su Telegram. Tra le vittime, scrive The Kyiv Independent, anche tre operatori del Servizio di Emergenza che si trovavano sul posto per i soccorsi in risposta a un precedente attacco russo.