Sabato 18 Maggio 2024

Iraq, forte esplosione in una base militare filo-iraniana a sud di Baghdad. “Almeno 2 morti e 8 feriti”

La base militare in Iraq sarebbe utilizzata dalle Forze di Mobilitazione popolare irachene affiliate al regime di Teheran. Israele ha contrattaccato l’Iran con raid su base militare di Isfahan, media Tel Aviv: danni a sistema radar aeroporto. Gli Usa informati dell'attacco, Washington: "Non avevamo dato la risposta"

Roma, 20 aprile 2024 – Una forte esplosione ha scosso una base militare a sud di Baghdad in Iraq che ospita Forze di Mobilitazione Popolare irachene, milizie affiliate all'Iran. Fonti dell'esercito e del ministero dell'Interno citate da Reuters non hanno saputo sin qui fornire indicazioni sui responsabili dell'azione, né detto se si è trattato di "un attacco di droni". Il primo bilancio del raid sulla base militare di Kalso, a 50 chilometri da Baghdad, sarebbe di "2 morti e otto feriti".  "Ci sono esplosioni nei magazzini che ospitano le attrezzature a seguito dei bombardamenti", spiegano le stesse fonti: "Un incendio sta devastando alcuni settori e continuano le ricerche dei feriti. Il bombardamento ha colpito attrezzature, armi, veicoli".

"Se Israele vuole fare un altro avventurismo e agire contro gli interessi dell'Iran, la prossima risposta sarà immediata e al massimo livello", ha avvisato il ministro degli esteri iraniano, Hossein Amirabdollahian, in risposta al raid in Iraq, a NBC News. 

L’attacco in Iraq avviene a meno di 24 ore dal contrattacco israeliano contro l’Iran, in risposta ai missili lanciati sabato scorso da Teheran

Esplosione base militare a sud di Baghdad (X)
Esplosione base militare a sud di Baghdad (X)

Segui la diretta qui sotto

23:48
Raid base militare Iraq: almeno 2 morti e 8 feriti

Sarebbero almeno due le vittime dell'attacco portato in Iraq da "aerei sconosciuti" contro una base militare del gruppo sciita filo-iraniano Popular Multitude e dell'Esercito locale. E' quanto riferito alla Efe da fonti della sicurezza irachena. Il raid ha preso di mira la base di Kalsu, alla periferia della citta' di Babel, circa 80 chilometri a sud di Baghdad, che oltre ai combattenti di Popular Multitude, ospita militari e poliziotti iracheni.

23:07
Ministro esteri iraniano: "Prossima risposta immediata e al massimo livello"

"Se Israele vuole fare un altro avventurismo e agire contro gli interessi dell'Iran, la prossima risposta sarà immediata e al massimo livello". Lo ha dichiraato il ministro degli esteri iraniano, Hossein Amirabdollahian, dopo l'attacco in Iraq, a NBC News.

22:58
Iraq, raid su base militare: 1 morto e 8 feriti

E' stata vittima di un "bombardamento" nella notte tra venerdi' e sabato la base militare dell'Iraq centrale che ospita truppe dell'Esercito ed ex paramilitari filo-iraniani di Hachd al-Chaabi, integrati nelle forze regolari. Fonti dell'Esercito e del ministero dell'Interno non hanno saputo sin qui fornire indicazioni sui responsabili dell'azione che ha preso di mira la base, ne' detto se si sia trattato di "un attacco di droni". Il primo bilancio sarebbe di "un morto e otto feriti". "Ci sono esplosioni nei magazzini che ospitano le attrezzature a seguito dei bombardamenti", spiegano le stesse fonti: "Un incendio sta devastando alcuni settori e continuano le ricerche dei feriti. Il bombardamento ha colpito attrezzature, armi, veicoli". L'azione, che non e' stata immediatamente rivendicata, si inserisce in un contesto regionale esplosivo, alimentato dalla guerra a Gaza che contrappone Israele al movimento islamico palestinese Hamas, ciascuno sostenuto da alleati regionali o internazionali.

22:30
Media: forte esplosione a base militare sud Baghdad

"Una forte esplosione ha scosso questa sera una base militare a sud di Baghdad utilizzata dalle Forze di Mobilitazione Popolare irachene, milizie affiliate all'Iran". Lo hanno riferito fonti di sicurezza all'agenzia Reuters. 

21:44
Media Israele: danni a sistema radar aeroporto Isfahan

 Le immagini satellitari mostrano i danni a un sistema radar vicino all'aeroporto iraniano di Isfahan dopo l'attacco israeliano nella zona durante la notte. Lo scrive il Times of Israel che ha visionato le immagini.  Secondo quanto riportato in precedenza dalla ABC, il presunto attacco israeliano vicino a Isfahan ha preso di mira un sistema radar che faceva parte delle difese aeree per l'impianto nucleare iraniano di Natanz.

21:20
Telefonata Austin-Gallant: mantenere stabilità regionale

Il segretario alla Difesa americano Lloyd Austin ha parlato oggi con l'omologo israeliano Yoav Gallant: lo riferisce il Pentagono, aggiungendo che i due hanno discusso, tra le altre questioni, degli sforzi per mantenere la stabilità regionale.

17:57
Media: droni israeliani lanciati da territorio iraniano

I droni che Israele avrebbe utilizzato nell'attacco contro l'Iran sarebbero stati lanciati dal territorio iraniano da "infiltrati": è quanto riporta il quotidiano israeliano Haaretz, citando fonti governative di Teheran.

17:38
Israele, allarme a Sderot: intercettato razzo lanciato da Gaza

"Due lanci di razzi da Gaza sono stati rilevati in seguito all'allarme attivato nella zona di Sderot in Israele. Un razzo è stato intercettato e l'altro è caduto in un'area aperta fuori dagli insediamenti. Non si sono registrate vittime o danni"». Lo riporta il sito israeliano Ynet.

17:25
Media: "Israele ha attaccato il sistema di difesa aerea del sito nucleare di Natanz"

L'attacco notturno israeliano contro l'Iran ha preso di mira il sistema di difesa aerea che protegge i cieli sopra l'impianto nucleare di Natanz, nella provincia di Isfahan. Lo ha riferito la televisione saudita Al Hadath. Israele, ha affermato, ha attaccato "il sistema radar che dovrebbe proteggere l'impianto nucleare di Natanz". Al Hadath ha aggiunto che "tre missili sono stati lanciati contro il territorio iraniano" durante l'attacco israeliano.

16:15
Iran: "Attacco fallito, droni abbattuti e nessuna vittima"

"I micro veicoli aerei sono stati abbattuti senza fare vittime o danni". Lo ha affermato il ministro degli Esteri iraniano, Hossein Amirabdollahian, parlando dell'attacco contro Isfahan attribuito a Israele. "I media filo israeliani hanno tentato di rendere una vittoria il loro fallimento ed esagerare la questione", ha detto Amirabdollahian agli inviati dell'Organizzazione per la Cooperazione islamica presso l'Onu a New York, come riporta Iran International. Il capo della diplomazia di Teheran ha ribadito che l' Iran è pronto a colpire decisamente Israele se adotterà misure contro la Repubblica islamica.

15:56
Iran: "Veto sulla Palestina mostra l'ipocrisia degli Usa"

"Il veto degli Stati Uniti a una bozza di risoluzione in Consiglio di Sicurezza dell'Onu, che raccomandava di garantire piena adesione della Palestina come membro delle Nazioni Unite, ha messo di nuovo a nudo la natura ipocrita della politica Estera di Washington e l'isolamento delle posizioni statunitensi nella comunità internazionale": lo ha dichiarato il portavoce del ministro degli Esteri dell'Iran, Nasser Kanani, che ha definito la mossa statunitense "irresponsabile e non costruttiva" e aggiunto che i palestinesi hanno diritto a uno Stato "dal fiume al mare".

14:55
Wafa: "Quattro palestinesi uccisi da Israele in Cisgiordania"

La Wafa ha riferito che quattro palestinesi sono stati uccisi in un'operazione dell'esercito israeliano a Nur Shams, vicino a Tulkarem in Cisgiordania. Secondo la ricostruzione, "forze speciali israeliane hanno fatto irruzione in una casa nel quartiere di Al-Iyada nel campo e hanno eliminato 4 giovai che si erano barricati all'interno". Non è ancora chiaro se dei 4 uccisi faccia parte, o meno, anche Salim Faisal Abdel Latif Ghannam (30 anni) la cui morte era stata annunciata poche ore fa. Secondo i media palestinesi - ripresi da quelli israeliani - quest'ultimo era il comandante dell'ala militare della Jihad islamica a Tulkarem.

13:48
Hamas: "Oltre 34mila palestinesi uccisi in 6 mesi di guerra"

Il ministero della Sanità di Gaza, gestito da Hamas, ha dichiarato che almeno 34.012 persone sono state uccise nel territorio durante gli oltre sei mesi di guerra tra Israele e i militanti palestinesi. Il bilancio comprende almeno 42 morti nelle ultime 24 ore, ha dichiarato il ministero, aggiungendo che 76.833 persone sono state ferite nella Striscia di Gaza dall'inizio della guerra.

13:23
Teheran: "Israeliani o americani i mini droni colpiti"

Un membro della Commissione parlamentare per la sicurezza nazionale, Shahriar Heidari, ha dichiarato che gli oggetti volanti presi di mira oggi dal sistema di difesa iraniano erano "mini droni di sorveglianza americani o israeliani". "Le indagini continuano per verificare se ci sono stati danni durante l'incidente", ha aggiunto Heidari. Le esplosioni a Isfahan "erano legate a un'operazione israeliana e sono state ridicole", ha dichiarato il portavoce del Consiglio di presidenza del Parlamento Nezameddin Mousavi.

12:49
Iran: "Fallito tentativo disperato di Israele"

Mehdi Toghyani, membro del parlamento iraniano di Isfahan, afferma che il "tentativo disperato" di Israele "con l'aiuto di agenti locali" è "fallito e ha portato loro una nuova disgrazia". Lo riporta Al Jazeera. "Fate loro sapere che siamo pronti a proteggere il nostro caro Iran", ha scritto il deputato su X. Kioumars Heydari, comandante in capo delle forze di terra dell'esercito iraniano, afferma che l'Iran rimane vigile: "Se oggetti volanti sospetti appaiono nel cielo del Paese, saranno presi di mira dalla nostra potente difesa aerea", ha detto all'Irna, ripreso sempre da Al Jazeera, prima della preghiera del venerdì a Teheran.

11:57
Hamas: "Attacchi di Israele contro l'Iran contribuiscono all'escalation"

Hamas afferma che gli attacchi israeliani contro l'Iran contribuiscono all'escalation. "L'aggressione di Israele contro l'Iran è un'escalation nella regione", ha detto Sami Abu Zuhri, alto funzionario di Hamas.

11:42
Blinken: "Hamas è l'unico a impedire il cessate il fuoco a Gaza"

"L'unica cosa che impedisce un cessate il fuoco nella Striscia di Gaza è Hamas, che ha respinto le offerte di Israele". È quanto ha detto il segretario di Stato Usa Antony Blinken: "Il mondo deve capire che l'unico ostacolo a un cessate il fuoco è Hamas", ha aggiunto.

11:36
Blinken: "Contrari all'operazione militare a Rafah"

"Su Rafah siamo stati molto chiari: non possiamo essere favorevoli a un'operazione militare". Lo ha detto il Segretario di Stato Usa Antony Blinken a Capri al termine del G7: "Si possono raggiungere gli stessi obiettivi con altri mezzi".

11:27
Blinken al G7: "Usa non coinvolti in alcuna operazione offensiva. Vogliamo de-escalation in Medio Oriente"

"Il G7 è impegnato per la sicurezza di Israele e ottenere la de-escalation" in Medio Oriente. Lo ha detto il segretario di Stato americano Antony Blinken in conferenza stampa al termine del G7 di Capri, ricordando l'accordo sulla necessità di nuove sanzioni relative alle armi. Ha aggiunto Blinken: "Gli Usa non sono coinvolti in alcuna operazione offensiva. Quello che posso dire è che stiamo lavorando alla de-escalation. Non voglio dire altro".

11:13
Media: "Missili a lungo raggio usati a Isfahan"

Sarebbero stati missili a lungo raggio lanciati da un velivolo quelli che hanno colpito la base aerea iraniana di Isfahan in un attacco attribuito ad Israele. Lo ha sostenuto il Jerusalem Post anche se al momento la notizia non ha altre conferme in Israele e fuori. Finora l'ipotesi più accreditata del raid è quella riferita all'azione di 3 droni.

10:31
Iran: "Se Israele fa un nuovo errore la nostra risposta sarà dura"

"Se il regime di Israele commettesse ancora volta un grave errore la nostra risposta sarà decisiva, definitiva e per loro un rammarico". Lo ha affermato il ministro degli Esteri iraniano, Hossein Amirabdollahian, in un'intervista a Cnn, come riferisce Irna. "La nostra prossima risposta sarà immediata e ai massimi livelli nel caso in cui il regime di Israele si imbarchi nuovamente in avventurismo e intraprenda azioni contro gli interessi dell'Iran", ha detto Amirabdollahian, affermando che gli Usa sono stati informati di questo tramite l'ambasciata della Svizzera a Teheran e che la Repubblica islamica non cerca di alzare le tensioni.

10:18
Tajani: "Obiettivo politico del G7 è de-escalation"

"Obiettivo politico del G7 è de-escalation", ha detto il vicempremier Antonio Tajani durante la conferenza stampa finale del G7 Esteri di Capri. "Abbiamo registrato grande unità di intenti e convergenza su tutte le questioni internazionali", ha aggiunto. 

“Stamane abbiamo deciso di affrontare subito la questione Iran. Ho voluto che ci fosse un messaggio chiaro del G7. L'obiettivo politico si chiama escalation. Lavoriamo e continueremo a lavorare per essere protagonisti attivi in tutto il Medio Oriente” per la de-escalation. Lo ha detto il ministro degli Esteri Antonio Tajani in conferenza stampa al termine del G7 di Capri.

“Chiediamo a tutte le parti di dare un contributo positivo. Abbiamo condannato il recente attacco sferrato dall'Iran e il G7 sostiene la sicurezza di Israele, ma invitiamo tutte le parti a lavorare per evitare una escalation e il G7 lavorerà per questo risultato”.

Il vicepremier Antonio Tajani al G7 Esteri di Capri
Il vicepremier Antonio Tajani al G7 Esteri di Capri
10:14
Ben Gvir, post sotto accusa: "Danni alla sicurezza nazionale"

Il ministro israeliano della Sicurezza nazionale, Itamar Ben Gvir – falco del governo di Benjamin Netanyahu – è stato accusato di nuocere alla strategia di Israele contro Teheran per avere attribuito implicitamente la responsabilità delle esplosioni di stamattina in Iran. Né l'esercito e né il governo hanno per ora commentato le esplosioni segnalate in Iran e attribuite a Israele da funzionari americani, citati dai media Usa.

Sostenitore della linea dura nel confronto tra Israele e il suo nemico giurato, Itamar Ben Gvir ha pubblicato sul suo account X un messaggio tanto laconico quanto ironico: "Dardaleh!", aggettivo ebraico colloquiale che può essere tradotto come ‘debole, deludente’ o anche ‘patetico’. Nel criticarne la moderazione, questo esponente dell'estrema destra sembra dare per scontata l'ipotesi dell'attacco israeliano. Israele aveva promesso ritorsioni per gli attacchi missilistici e droni senza precedenti effettuati dall'Iran contro il territorio israeliano lo scorso fine settimana.

La pubblicazione del post ha scatenato una valanga di critiche sui social network così, come sui canali televisivi. Per il leader dell'opposizione di sinistra, Yair Lapid, “mai un ministro ha arrecato così tanti danni alla sicurezza nazionale del Paese, alla sua immagine e al suo status internazionale. È riuscito a ridicolizzare e svergognare Israele, da Teheran a Washington", ha scritto sempre su X.

09:08
Usa informata dell'attacco, Washington: "Non avevamo dato la risposta"

Gli Stati Uniti non avevano dato il via libera alla risposta israeliana all'Iran. Lo riporta la Cnn che cita fonti dell'amministrazione Biden. “Noi non avevamo approvato la risposta”, ha dichiarato un rappresentante del governo. L'attacco è stato lanciato poche ore dopo che il ministro degli Esteri iraniano Hossein Amir-Abdollahian aveva detto proprio alla Cnn che se Israele avesse lanciato attacchi ci sarebbe stata una reazione “immediata e ai massimi livelli”.

08:54
Colpita Beit Lahia, a nord di Gaza

In seguito al lancio di un razzo diretto dal nord di Gaza alla vicina città costiera israeliana di Ascalona (città israeliana nel Negev occidentale) e caduto in un'area aperta, avvenuto ieri sera, le forze armate israeliane hanno risposto colpendo la città da cui era partito il lancio, Beit Lahia. Un aereo dell'Idf ha colpito un deposito di armi nella regione. Come informano le stesse Forze armate di Israele su Telegram, “le truppe dell'Idf continuano ad operare nella Striscia di Gaza centrale e negli ultimi giorni hanno eliminato numerosi terroristi”.
Nelle ultime 24 ore, “di sostegno alle forze di terra, gli aerei dell'Iaf hanno colpito e distrutto circa 25 obiettivi, tra cui complessi militari, posti di osservazione, posti di lancio e altre infrastrutture militari”.

08:20
Mousavi: "Israele ha già visto la risposta dell'Iran"

Il comandante in capo dell'Esercito iraniano, Abdolrahim Mousavi, ha definito “assurdi” i rapporti che attribuiscono ad Israele gli attacchi a Isfahan e ha sostenuto che le esplosioni erano il suono dell'abbattimento di “oggetti volanti”. Lo riporta Iran International. Riguardo ad una potenziale ritorsione di Teheran contro lo Stato ebraico, Mousavi ha affermato che "Israele ha già visto la risposta dell'Iran”.

Il comandante in capo dell'Esercito iraniano, Abdolrahim Mousavi (a sinistra)
Il comandante in capo dell'Esercito iraniano, Abdolrahim Mousavi (a sinistra)
08:13
Gaza, attaccati 25 obiettivi in 24 ore

Velivoli israeliani hanno attaccato circa “25 obiettivi a Gaza durante le ultime 24 ore”. Lo ha fatto sapere il portavoce militare secondo cui tra questi ci sono “edifici usati da Hamas, posti di osservazione, postazioni di lancio di razzi e altre infrastrutture”. L'artiglieria israeliana ha poi colpito “un sito di lanci nel nord della Striscia” da cui era partito l'attacco alla città di Ashkelon. L'esercito sta continuando ad operare – ha aggiunto il portavoce – lungo il cosiddetto 'Corridoio di Netzarim' che dive la Striscia in due parti orizzontalmente.

08:04
Von der Leyen: "No ad ulteriori escalation"

“Dobbiamo fare tutto il possibile affinché le parti nella regione evitino l'escalation. Abbiamo assistito al massiccio attacco con droni e missili dall'Iran contro Israele. È assolutamente necessario che la regione sia stabile e che tutte le parti esercitino moderazione da ulteriori azioni”. Lo ha dichiarato la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, in un punto stampa in Finlandia al confine con la Russia con il premier Petteri Orpo.

Ursula von der Leyen, presidente della Commissione Europea
Ursula von der Leyen, presidente della Commissione Europea
07:52
Il video dell'attacco israeliano

Il video dell'attacco di Israele contro obiettivi iraniani diffuso dall'agenzia di stampa 'Today Headlines'. 

 

07:47
Sultano dell'Oman: "Condanna all'attacco israeliano"

L'Oman – Paese del Golfo Persiano che da tempo fa da mediatore tra Teheran e l'Occidente – ha condannato “l’attacco israeliano” in Iran e lo attribuisce a Israele. Il Sultanato dell'Oman “condanna l'attacco israeliano di questa mattina a Isfahan, nella Repubblica islamica dell'Iran, così come la ripetuta aggressione militare di Israele nella regione”, ha detto un portavoce del Ministero degli Affari Esteri in un comunicato pubblicato su X.

07:12
Iran: "Non abbiamo in programma ritorsioni"

L'Iran non annuncia rappresaglie nei confronti di Israele, sminuisce l'attacco subito nella notte e si riserva di accertare i responsabili di quello che viene definito “un incidente”. A renderlo noto sono degli ufficiali iraniani, che specificano che Teheran non ha urgenza di rispondere all'attacco subito nella notte. “Non è stato chiarito quale sia il Paese straniero da cui è stato generato l'incidente. Non abbiamo ricevuto alcun attacco esterno e non abbiamo in programma ritorsioni da attuare con urgenza", ha dichiarato una fonte ufficiale del regime di Teheran alla stampa.

06:48
Siria: "Colpita nostra base aerea: perdite materiali"

Perdite materiali” sono state segnalate nel sud della Siria dopo un attacco israeliano. Lo scrive l'agenzia statale siriana Sana, citando una fonte militare. “Verso le 2.55 di oggi, il nemico israeliano ha lanciato un'aggressione con missili”, ha riferito l'agenzia Sana citata dalla Cnn. Israele – sostiene il media siriano – ha preso di mira i “siti di difesa aerea della regione meridionale” del Paese.

06:45
Raid aerei anche in Siria e Iraq

Raid aerei sono avvenuti nella notte anche su obiettivi in Iraq. Secondo quanto riportano i media iracheni, in concomitanza con l'attacco israeliano condotto con tre droni su Isfahan, in Iran, in risposta all'attacco di sabato scorso su Israele, sono avvenuti raid aerei anche nel sud della Siria e nel nord dell'Iraq. In quest'ultimo Paese in particolare residenti a Erbil e Mosul, hanno riferito di aver sentito il rumore degli aerei da combattimento questa mattina presto.

06:32
Tv di Teheran: "Droni pilotati da infiltrati all'interno dell'Iran"

I mini droni abbattuti dalle difese aeree iraniane a Esfahan erano pilotati da “infiltrati” all'interno dell'Iran: lo sostengono analisti citati dalla tv di Stato iraniana, secondo quanto riferisce il Times of Israel.

Un fermo immagine di un video delle esplosioni a Isfahan in Iran
Un fermo immagine di un video delle esplosioni a Isfahan in Iran

 

06:21
Ben Gvir: "Attacco debole"

Il ministro della Sicurezza nazionale di Israele Itamar Ben Gvir ha criticato su X l'attacco israeliano contro l'Iran utilizzando un termine in 'slang' ebraico che significa povero, debole, deludente. Ovvero per indicare che la reazione israeliana al lancio di missili e droni da parte dell'Iran è stata limitata.

Il ministro della Sicurezza nazionale di Israele, Itamar Ben Gvir
Il ministro della Sicurezza nazionale di Israele, Itamar Ben Gvir
06:17
Media iraniani: "Nessuna notizia di attacchi dall'estero"

I media iraniani negano oggi che l'Iran sia stato attaccato dall'estero dopo che diversi droni sono stati abbattuti e si sono udite esplosioni vicino alla città centrale di Esfahan. “Non ci sono notizie di un attacco dall'estero contro Esfahan o qualsiasi altra parte dell'Iran", riporta l'agenzia di stampa Tasnim, citando “fonti informate”.

 

06:09
Aiea: "Impianti nucleari non dovrebbero mai essere obiettivo nei conflitti"

L'Agenzia internazionale per l'energia atomica (AIEA) ha confermato che nessun danno è stato causato agli impianti nucleari in Iran a seguito degli attacchi contro il paese del Medio Oriente. All'inizio della giornata, i media hanno riferito che Israele ha effettuato un attacco di ritorsione “limitato” su siti in Iran. Secondo quanto riferito, sono state udite esplosioni vicino alla città di Isfahan. Successivamente, i media hanno riferito che gli impianti nucleari iraniani sono sicuri e non erano un bersaglio degli attacchi israeliani. "L'Aiea può confermare che non vi sono danni ai siti nucleari dell#Iran. Rafael Grossi (il capo dell'Aiea, ndr) continua a chiedere a tutti un'estrema moderazione e ribadisce che gli impianti nucleari non dovrebbero mai essere un obiettivo nei conflitti militari. L'Aiea sta monitorando la situazione situazione molto da vicino", ha scritto il watchdog su X.

 

05:54
Conferma di Aiea: nessun danno a impianti nucleari 

L'Agenzia internazionale per l'energia atomica Aiea riferisce che gli impianti nucleari iraniani non hanno subito alcun danno a seguito dell'attacco israeliano del mattino. In precedenza l'agenzia di stampa vicina ai Guardiani della rivoluzione aveva specificato che non si registrano problemi alla centrale nucleare di Ishafan.

Sito nucleare in Iran
Sito nucleare in Iran
05:47
Fonti Israele: "Attacco per segnalare che abbiamo capacità di colpire"

L’esercito israeliano ha effettuato un attacco aereo all`interno dell'Iran, ha detto un funzionario israeliano al Washington Post, in un'azione di rappresaglia per una raffica iraniana di missili e droni lanciata in precedenza contro Israele. Non è chiaro quali danni abbia causato l’attacco, ma il funzionario – che ha parlato in condizione di anonimato per questioni militari delicate – ha detto che l’obiettivo era segnalare all’Iran che Israele ha la capacità di colpire all’interno il Paese.

05:39
Tajani: "Nessuna criticità per italiani"

"Ho appena parlato con la nostra Ambasciatrice in Iran e sto seguendo sviluppi situazione a seguito esplosioni notturne a Isfahan. Ne parleremo con i Ministri degli Esteri nella sessione del G7 di Capri di stamani. Al momento nessuna criticità per gli italiani che vivono in Iran". Lo ha scrittp su X il vicepremier Antonio Tajani.

 

05:23
Ex portavoce Idf: "Ci vorrà tempo per capire cosa è successo"

“Ci vorrà tempo per capire cosa è successo". Lo ha detto l'ex portavoce dell'Idf Avi Benayahu durante una trasmissione di Canale 12, nella quale sono state mostrate le immagini di calma a Ishafan trasmesse dalle emittenti dell'Iran e che sono state definite da alcuni dei commentatori di “propaganda”.

05:21
Tajani invita alla prudenza: "No all'attacco a Rafah"

Da parte dell’Unione Euroepa e dal G7, c'è uno “sforzo diplomatico per la de-escalation: invitiamo tutti alla prudenza per evitare l'escalation nell'area”. Lo afferma il ministro degli Esteri, Antonio Tajani ai microfoni di Rainews 24, aggiungendo che al momento l'operazione attribuita ad Israele in Iran “sembra conclusa” e ribadendo la contrarietà ad un attacco israeliano a Rafah, nel sud di Gaza.

05:16
Golfo Persico, allerta per 72 ore: "Segnalare attività sospette"

L'agenzia per la sicurezza marittima britannica Ukmto ha diramato un'allerta di 72 ore nel Golfo Persico in seguito alle notizie di un attacco israeliano in Iran. “Le imbarcazioni che stanno transitando nel Golfo Persico e nell'area occidentale dell'Oceano indiano potrebbero registrare un aumento delle attività di droni nella regione”, si legge nel bollettino. “Al momento non ci sono indicazioni di mercantili nell'area. I comandanti segnalino ogni attività sospetta e droni all'Ukmto. L'avviso di sicurezza è valido per 72 ore dalla sua pubblicazione”.

05:11
Media Iran, allarme rientrato 

L'agenzia semi-ufficiale iraniana Mehr News riporta che la città di Esfahan è “completamente calma” poche ore dopo la segnalazione di esplosioni vicino all'aeroporto della città, mentre i media della Repubblica islamica minimizzano le conseguenze del raid. Lo riferisce Al Jazeera. “Le persone continuano la loro vita normale”, secondo la diretta tv, che ha mostrato il traffico mattutino nell'incrocio principale della città, sottolineando tuttavia che “si sono sentiti dei rumori sopra la città” a Esfahan ore prima e aggiungendo che “diversi Uav sono stati abbattuti”.

05:08
Riaperto lo spazio aereo iraniano

Lo spazio aereo iraniano è stato riaperto e i voli sono ripresi dall'aeroporto di Teheran. Lo riferiscono l'agenzia iraniana e media statunintensi. I voli erano stati sospesi a seguito dell'attacco subito all'alba.

05:05
Funzionario Iran: "Abbattuti tre droni di Israele"

"Le difese aeree iraniane hanno abbattuto tre droni, presumibilmente lanciati da Israele. "Hanno detto che abbiamo lanciato 500 droni e missili suicidi… ora rispondono con tre di questi quadricotteri, che sono stati tutti abbattuti", scrive su X il portavoce dell'agenzia spaziale iraniana Hossein Dalirian. "Dicono solo che non hanno informato l'America prima", scrive, aggiungendo con emoji che ridono a crepapelle, in un'apparente frecciatina alle recenti tensioni nelle relazioni tra Israele e Stati Uniti nel contesto della guerra in corso a Gaza.

05:01
Analisti Cnn: "Attacco limitato per non aumentare la tensione"

Secondo gli analisti della Cnn, l'attacco in Iran attribuito a Israele è stato limitato e rispetta le sollecitazioni di Usa e alleati per non aumentare la tensione nella regione. La loro previsione è che Teheran non risponderà.

05:00
Ambasciata Usa a Gerusalemme: avviso di sicurezza per i dipendenti

L'ambasciata americana a Gerusalemme ha emesso un avviso di sicurezza per i dipendenti e i loro familiari, limitando i loro viaggi nelle aree di Tel Aviv, Beersheba e Gerusalemme, citando "l'abbondanza di cautela in seguito alle notizie secondo cui Israele ha condotto un attacco di ritorsione alliinterno dell`Iran".

04:53
Iran: "Siti nucleari al sicuro"

Teheran, che ha subito disposto l'allarme aereo e le massime misure di sicurezza su tutto il territorio e i cieli nazionali, ha reso noto tramite le fonti di informazioni statali che tutti i siti nucleari risultano al sicuro e che "sono stati neutralizzati tutti i droni", smentendo prime informazioni che accreditavano anche un attacco con missili. E ha riferito che "non risultano allo stato vittime danni particolari". L'Iran ha attivato la propria difesa aerea dopo le notizie di un'esplosione. Lo stato islamico ha anche chiuso lo spazio aereo su Teheran e altre città.

04:49
L'attacco nel giorno del compleanno di Khamenei

La risposta di Israele all'attacco dell'Iran è arrivata nel giorno del compleanno della Guida Suprema iraniana Khamenei, nato il 19 aprile del 1939. Lo stanno facendo notare diversi analisti sui social. Alcuni profili israeliani stanno scrivendo beffardamente: 'Buon compleanno, Khameneì.

La risposta di Israele nel giorno del compleanno di Khamenei, guida suprema iraniana
La risposta di Israele nel giorno del compleanno di Khamenei, guida suprema iraniana
04:25
Usa preavvisati dell'attacco, Tel Aviv: "Non colpiremo siti nuceleari"

Preavvisando gli Usa dell'imminente attacco in Iran, Israele ha assicurato Washington che non avrebbe colpito i siti nucleari. Lo riferiscono dirigenti Usa citati dal Guardian.

04:24
Israele attacca le basi militari iraniane

All'alba di oggi, alcuni attacchi hanno preso di mira la regione di Soueida, nel sud della Siria, ha dichiarato all'Afp un attivista del media online Suwayda 24, poco dopo la notizia di almeno tre esplosioni registrate nei pressi di basi militari in Iran. "Ci sono stati attacchi contro una posizione radar dell'esercito siriano nella parte occidentale della provincia di Soueida", ha detto Rayan Maarouf, responsabile del sito web, senza indicare l'origine degli attacchi. 

 

04:20
Il raid israeliano è iniziato alle 4.30 (ora italiana)

Israele ha sferrato un attacco militare contro l'Iran alle prime luci dell'alba, intorno alle 4,30 del mattina. Almeno tre diverse esplosioni sono state denunciate nei pressi nella base militare di Isfahan, nel Sud del Paese.

Un drone sta per sollevarsi verso l'Iran
Un drone sta per sollevarsi verso l'Iran