Giovedì 18 Aprile 2024

Il discorso di Putin punto per punto

Navalny, la guerra, gli Stati Uniti: ecco cosa ha detto il vincitore (scontato) delle elezioni presidenziali in Russia

Roma, 18 marzo 2024 – Il presidente russo Vladimir Putin, vincitore (scontato) delle elezioni presidenziali del 2024, ha tenuto ieri sera un discorso al quartier generale della sua campagna elettorale nel Gostiny Dvor di Mosca. Ecco cosa ha detto, punto per punto, lo zar, rieletto con l’87,8%, che rappresenta il risultato più elevato della storia post-Sovietica del Paese.

Vladimir Putin, la conferenza stampa dopo le elezioni (foto Ansa)
Vladimir Putin, la conferenza stampa dopo le elezioni (foto Ansa)

"Nessuno ci intimidirà”

Vladimir Putin ha sottolineato che la sua vittoria alle elezioni consentirà alla Russia di consolidare la società e diventare "più forte ed efficace”. “Nessuno sopprimerà mai la Russia quando saremo consolidati, siamo una famiglia unita”, ha detto. “Non importa quanto abbiano cercato di spaventarci, di sopprimere la nostra volontà, la nostra coscienza, nessuno ci è mai riuscito nella storia. Hanno fallito ora e falliranno in futuro”, ha aggiunto, tra l'esultanza dei suoi supporter. “La mia vittoria - ha aggiunto -  dimostra che la Russia ha fatto bene a scegliere la sua strada attuale”.

Salvini su Putin: “Quando il popolo vota ha sempre ragione”

"Le proteste non hanno avuto effetto”

"Non ha avuto effetto" la protesta 'Mezzogiorno contro Putin' convocata  dall'opposizione russa, tra cui la leader Yulia Navalnaya, e ha aggiunto: "Chi ha danneggiato le schede elettorali deve essere perseguito a norma di legge". Putin con sarcasmo ha sottolineato che l'opposizione può essere solo che "elogiata" per il suo appello a votare a mezzogiorno.

“Morte di Navalny evento triste”

"Per quanto riguarda il signor Navalny: sì, è morto, ed è sempre un evento triste. Ma ne abbiamo avute altre nelle nostre carceri. E questo non è mai successo negli Stati Uniti?". Pronunciando in pubblico a Mosca per la prima volta il nome del leader dell'opposizione morto in circostanze poco chiare in una colonia penale. "C'era l'idea di scambiare Navalny con coloro che si trovano nei Paesi occidentali, e ho accettato, volevamo scambiarlo in modo che non tornasse, ma è avvenuta questa morte, così è la vita", ha aggiunto Putin, lasciando intendere di un possibile scambio di prigionieri.

Approfondisci:

Selfie, fiori e abbracci. Navalnaya a Berlino: "Ho scritto Alexei"

Selfie, fiori e abbracci. Navalnaya a Berlino: "Ho scritto Alexei"

"Biden o Trump è uguale”

La Russia non ha preferenze riguardo ai candidati presidenziali statunitensi e lavorerà con chiunque venga eletto, ha affermato. "Non abbiamo alcuna preferenza per nessuno dei candidati alla presidenza degli Stati Uniti d'America. Lavoreremo con chiunque di cui gli elettori si fidino", ha detto Putin, sottolineando che le elezioni nella Federazione Russa sono "democratiche".

Approfondisci:

Biden: “Putin è in marcia sull’Europa e Trump si inchina. Io no”

Biden: “Putin è in marcia sull’Europa e Trump si inchina. Io no”

"Conflitto con Nato? Guerra mondiale”

Un eventuale conflitto tra la Russia e la Nato potrebbe portare a una terza guerra mondiale, ha detto lo ‘zar’, aggiungendo che i soldati dell'Alleanza stanno già combattendo in Ucraina e stanno morendo "in gran numero" sul campo di battaglia. "Tutti capiscono che questo ci porterà a un passo da una terza guerra mondiale su vasta scala. Non credo che qualcuno sia interessato a questo", ha detto.

"Grazie ai soldati”

Putin ha ringraziato i "cittadini della Russia" così come "i soldati al fronte". "Devo parole di ringraziamento a tutti i nostri soldati che si sono impegnati a compiere il loro dovere davanti alla Patria", ha dichiarato, assicurando che questa elezione non è stata una "formalità".