Venerdì 14 Giugno 2024

Crollano le azioni, Trump fuori dalla ‘top 500’ di Bloomberg

Non è l’unica brutta notizia per l’ex presidente: i sondaggi politici vedono la rimonta di Joe Biden. E lunedì comincia uno dei processi a carico di The Donald

L'ex presidente Donald Trump

L'ex presidente Donald Trump

New York, 11 aprile 2024 - Tempi duri (almeno economicamente) per Donald Trump. Mentre si dedica alla corsa per essere rieletto come Presidente degli Stati Uniti, le azioni del suo Trump Media and Technology Group (a cui fa capo il social network Truth) vanno sempre più in basso. Risultato, The Donald è di nuovo uscito dall'indice di Bloomberg delle 500 persone più ricche del mondo, indice dove era rientrato solo un paio di settimane fa.

Crollo delle azioni

Trump detiene quasi il 60% delle azioni di Trump Media e la sua quota vale ora meno di 2,8 miliardi di dollari. Tra l’altro all’ex presidente non è consentito vendere le sue azioni della società per sei mesi. Al lancio della società (il 26 marzo scorso), le azioni valevano 71 dollari l’una; mercoledì 10 aprile avevano perso oltre il 57% del loro valore, fermandosi a circa 34 dollari. Un crollo che si spiega, anche, guardando i numeri: la società ha registrato una perdita netta di 58,2 milioni di dollari nel 2023, secondo i dati diffusi il primo aprile. Il 2022, invece, era stato chiuso con un profitto netto di 50,5 milioni. I ricavi, invece, sono aumentati da 1,47 milioni a 4,1 milioni.

Debiti e società in bancarotta

Non è l’unico fronte economico in profondo rosso per Trump: l'ex presidente deve fare i conti con la bancarotta di quattro delle sue aziende, in mezzo a varie battaglie legali molto costose che potrebbero portare anche al sequestro di altri beni. Il magnate dovrà inoltre rinnovare oltre 780 milioni di dollari di debiti ipotecari nei prossimi cinque anni, secondo una stima di Forbes, proprio quando i tassi di interesse hanno raggiunto livelli altissimi e il mercato immobiliare è in forte crisi.

Sondaggi deludenti 

E le notizie per Trump non sono buone neanche sul versante politico, in vista delle elezioni presidenziali di novembre: nell'ultimo sondaggio pubblicato da Reuters/Ipsos, Joe Biden registra un salto di quattro punti in avanti e passa dal 37% che registrava a marzo al 41%, mentre Trump è sceso al 37%.

I prossimi processi 

Last but not least, come dicono gli americani (ovvero: “Ultimo, ma non per importanza”), sul candidato repubblicano pesano i quattro processi penali a carico, di cui uno comincerà lunedì, incentrato sui fondi neri alla ex pornostar Stormy Daniels.