National Academic Bolshoi Opera and Ballet Theatre a Minsk, Bielorussia (Ansa)
National Academic Bolshoi Opera and Ballet Theatre a Minsk, Bielorussia (Ansa)

Roma, 25 maggio 2020 - Cala il numero di nuovi morti per Coronavirus negli Stati Uniti. Secondo i dati diffusi dalla John Hopkins University nelle ultime 24 ore sono stati 638, mentre nei giorni precedenti i decessi erano superiori ai mille. Il picco della pandemia ora sta manifestando i suoi effetti in America Latina, con un nuovo forte incremento dei contagi (734.988, +32.500) e di vittime (39.816, +1.200). Il testa alla classifica c'è il Brasile con 363.211 contagi e 22.666 morti. In Europa invece non paga la strategia della Svezia di non imporre il lockdown: oltre 4 mila morti. E preoccupa il paradosso del regno Unito: il rapido calo dei casi in Gran Bretagna sta mettendo a rischio lo sviluppo del vaccino di Oxford. Dalla Thailandia è partito un volo speciale, diretto a Roma Fiumicino, per rimpatriare dal Paese asiatico 160 italiani bloccati a causa dell'emergenza sanitaria.

Oms, stop a test con idrossiclorochina

L'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) ha annunciato la decisione di sospendere i test sull'uso della idrossiclorochina per il trattamento dei malati di Covid-19, manifestando preoccupazione per la sicurezza, e per l'alto tasso di mortalità nei pazienti di coronavirus. Ora è prevedibile una reazione alla notizia del presidente Usa, Donald Trump. Infatti il numero uno della Casa Bianca aveva dichiarato giorni fa di assumere l'idrossiclorochina (un anti malarico, ndr) "da oltre una settimana e mezzo. Una pillola al giorno, cosa c'è da perdere...".

Ora il direttore generale dell'Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus, ha reso noto che "venerdì The Lancet ha pubblicato uno studio di monitoraggio su idrossicolorochina e clorochina e i suoi effetti sui pazienti Covid-19 che sono stati ricoverati in ospedale. Gli autori hanno riferito che tra i pazienti che hanno ricevuto il farmaco, da solo o con un macrolide, hanno stimato un tasso di mortalità più elevato".

Oms: casi giornalieri già tre volte oltre i 100mila

I casi di Coronavirus giornalieri registrati nel mondo finora hanno superato la soglia delle 100mila unità già tre volte: è quanto emerge dal conteggio (aggiornato al 23 maggio) dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms). I dati indicano che il numero dei nuovi contagi in 24 ore è stato superiore a 100mila il 17, il 21 e il 23 maggio, rispettivamente con 100.087, 103.211 e 109.885 casi accertati. Prima del 17 maggio la soglia delle 100mila unità non era mai stata superata.

Gb 

I ricercatori britannici che stanno lavorando al vaccino anti Covid-19 si trovano davanti a un vero paradosso: il veloce calo dei contagi nel Regno Unito rischia di compromettere la sperimentazione scientifica. Gli specialisti del Jenner Institute, che da gennaio scorso stanno  effettuando i test sul prototipo farmaceutico rischiano di non poter controllarne l'efficacia, se il virus comincerà a circolare a bassi livelli. Il professore Adrian Hill, responsabile della sperimentazione, ha confessato al Sunday Telegraph: "È una corsa contro il tempo prima che il virus sparisca. In precedenza avevamo detto che c'era l'80% di possibilità di sviluppare un vaccino efficace entro settembre. Ma ora quelle possibilità si sono ridotte al 50%. Ci troviamo in questa bizzarra situazione che vogliamo che il Covid resista, almeno ancora per un po'".

Svezia

La Svezia, unico Paese al mondo a non imporre il lockdown per impedire la diffusione del coronavirus, conta oltre 4.000 morti. Le autorità sanitarie scandinave hanno reso noto che i casi di contagio sono più di 33.000. 

Germania

La Germania registra altri 10 morti da Covid-19 e 289 casi. Secondio i dati forniti dal Robert Koch Institute, il totale dei contagiati salge così a 8.257 persone decedute e a 178.570 casi accertati dall'inizio dell'epidemia. Il ministero dell'Economia tedesco ha annunciato un piano per aumentare fino a 50.000 euro al mese gli aiuti diretti alle piccole imprese colpite duramente dall'emergenza. La proposta è ancora in discussione. L'idea è di aiutare le aziende a coprire i loro costi fissi da giugno a dicembre. Per ottenere il sostegno, i richiedenti devono dimostrare che le loro entrate sono calate di almeno del 60% su base annua ad aprile e maggio, cioè quando il lockdown ha influito di più sulle attività commerciali.  La Germania ha già lanciato un pacchetto di salvataggio da 1.100 miliardi di euro. 

Il premier britannico, Boris Johnson, ha annunciato il via libera per la riapertura di tutti i negozi dal prossimo 15 giugno: "purchè garantiscano la sicurezza dei propri clienti". Per le scuole elementari la riapertura sarà il primo del mese prossimo, mentre per le medie si parla sempre del 15 giugno.

Spagna

In Spagna il premier Pedro Sanchez ha annunciato il nuovo allentamento del lockdown. "Ci stiamo arrivando", ha scritto su Twitter ringraziando la popolazione per il suo sforzo e la sua responsabilità. La penisola iberica prosegue però con la sua marcia a due velocità: entrano nella Fase 1 le regioni di Madrid, Castilla y Leo'n e Valencia, cosi' come la gran parte della Catalogna e le province di Ciudad Real, Toledo, Albacete, Granada e Malaga. Passano già' alla Fase 2 le isole Canarie e le Baleari, la Galizia, le Asturie, Cantabria, i Paesi Baschi, Cuenca, Murcia, tutta l'Andalusia tranne Malaga e Granada, Terres de l'Ebre (Tarragona), Camp de Tarragona (Tarragona), Alt Pirineu-Aran (Lleida), e le enclavi spagnole in Nord Africa delle città di Ceuta e Melilla. Inoltre il governo spagnolo ha rivisto al ribasso il bilancio dei morti per coronavirus nel paese: circa 2000 decessi in meno.  

image

Usa

Sfiorati i centomila morti per Coronavirus negli Stati Uniti dove, secondo la Johns Hopkins University, sono 97.720 le persone che hanno perso la vita per complicanze legate all'infezione. E' invece salito a 1.643.238 il numero di coloro che hanno contratto il Covid-19. Lo Stato di New York resta il più colpito, con 29.141 decessi, seguito dal New Jersey con 11.138. A New York nelle ultime 24 ore sono stati registrati 1.500 nuovi contagi, portando a 361.515 il totale dei casi, come spiegato dall'ufficio del governatore Cuomo. Ma la Big Apple sembra aver ormai superato la fase più acuta, infatti nello Stato i morti giornalieri sono scesi sotto quota 100, cioè 84, il numero più basso degli ultimi due mesi. Cuomo ha parlato di "progressi reali". "Quello che stiamo facendo sta funzionando", ha sottolineato il governatore. 

image

Il presidente americano, Donald Trump, ha minacciato di spostare la convention repubblicana di fine agosto nella Carolina del Nord, se il governatore democratico dello Stato non avesse revocato rapidamente il divieto di grandi manifestazioni a causa del coronavirus. L'appuntamento repubblicano è in programma dal 24 al 27 agosto a Charlotte.

Cina

La Cina registra tre nuovi contagi da Covid-19, dopo la pausa di ieri quando non si sono registrati casi. Dei tre nuovi contagi, secondo quanto riferisce la Commissione Nazionale per la Sanità, due sono importati (a Shanghai e nel Guangdong) e uno si è sviluppato localmente, nella provincia nord-orientale del Jilin, già al centro di restrizioni alla mobilità. Tornano a salire anche i casi asintomatici: sono 36, in rialzo rispetto ai 28 di ieri. In totale, dall'inizio dell'epidemia, sono 82.974 i casi confermati di contagio, con 79 persone ancora ricoverate nelle strutture ospedaliere, mentre il numero delle vittime rimane fermo a quota 4.634.

image

Russia

In Russia registrato il numero più alto di morti in 24 ore: 153 per un totale di 3.541. Ma allo stesso tempo registrato anche il numero più basso di nuovi contagi in un giorno dal primo maggio: 8.699. Il totale dei contagi nel Paese è salito a 344.481. A Mosca segnalati 2.516 nuovi casi, nella capitale i positivi salgono a 163.913. Ma i numeri di morti e contagi secondo molti osservatori sono sottostimati in Russia.

Africa

Nel continente africano  nelle ultime 24 ore si sono registrati 7.415 nuovi casi, per un totale di  almeno 111.348 positivi al coronavirus. Le vittime ufficiali sono 3.348, 165 in più risetto a ieri, fa sapere il Centro per il controllo e la prevenzione delle malattie dell'Unione Africana. I malati guariti sono 3.157 . La malattia ha colpito di più il Nordafrica, con 1.600 morti e 34.400 casi. Segue l'Africa occidentale, con 611 decessi e 29.200 contagiati e l'Africa meridionale con 451 morti e 24.200 casi. In Africa centrale risultano 334 morti e 11.400 casi, e in quella orientale i decessi accertati sono 332 e 12.200 i contagi. Il Paese più colpito è il Sudafrica con 22.600 casi. Poi segue l'Egitto, con 17.300 contagiati, che però è primo come decessi: 764 morti, seguito dal Sudafrica con 429. In Nigeria si contano 226 vittime, mentre il Sudan arriva a 165 morti. Nel'Africa Centrale il Camerun ha registrato 159 morti.

La mappa live del contagio