Sabato 13 Luglio 2024

Morto il bimbo caduto nel pozzo in Vietnam. La tragedia di Ly Hao Nam

Era precipitato in un pilone di cemento profondo 35 metri mentre cercava scarti di ferro in un cantiere edile. "Dobbiamo solo recuperare il corpo per i funerali"

Roma, 5 gennaio 2022 - Finisce in tragedia, come purtroppo si temeva, la vicenda del bambino caduto nel pozzo in Vietnam. Ly Hao Nam è stao dichiarato deceduto dalle autorità, non ci sono più speranza di trovarlo in vita. Lo scorso 31 dicembre il bambino thailandese di 10 anni era precipitato in un pilone di cemento profondo 35 metri mentre cercava scarti di ferro in un cantiere edile di un ponte nella provincia vietnamita di Dong Thap (Sud), sul delta del Mekong. E da quel momento era rimasto intrappolato.

I soccorsi in Vietnam (Ansa)
I soccorsi in Vietnam (Ansa)

Centinaia le persone che hanno cercato di salvare Thai Ly Hao Nam, tra militari, ingegneri e soccorritori. Utilizzati macchinari per perforare e ammorbidire il terreno, così da avvicinarsi al piccolo. Ma già il 2 gennaio i soccorritori non erano più riusciti a comunicare con lui. Le ''numerose ferite subite'' e ''la mancanza di ossigeno per molto tempo'' sono state letali per il bambino, come ha spiegato il vice presidente dell'amministrazione della provincia di Dong Thap, nel sud del Vietnam.

"Abbiamo dato la priorità al salvataggio del bambino - ha premesso Dong Thap dando la triste notizia -. Pertanto, fino ad ora, le condizioni rendono impossibile che il ragazzino sia sopravvissuto, ci sono prove sufficienti che sia morto", ha affermato davanti ai giornalisti. "Il bambino è morto, dobbiamo recuperare il suo corpo per i funerali e la sepoltura", ha aggiunto, dopo essersi consultato con un team medico.