Giovedì 18 Aprile 2024

Baltimora, nave cargo si schianta contro il pilone di un ponte che crolla. “Probabilmente morti i 6 operai dispersi”

Dopo l’urto con il ponte Francis Scott Key Bridge – forse per un problema elettrico – l’imbarcazione ha preso fuoco ed è affondata. L’equipaggio avrebbe lanciato un allarme, permettendo alle autorità di bloccare il traffico e salvare vite. Tajani: “Italia vicina agli Usa”

Roma, 26 marzo 2024 – Una nave cargo battente bandiera di Singapore si è schiantata questa notte, intorno alle 1.30 locali, contro il pilone del ponte Francis Scott Key Bridge a Baltimora nello Stato americano del Maryland. E’ avvenuto tutto in 20 secondi. Il collasso di una sezione del ponte, lungo ben 2,6 chilometri, ha fatto precipitare diversi autoveicoli nel fiume Patapsco, mentre l’imbarcazione ha preso fuoco ed è affondata

Sono "probabilmente morti” i sei operai dispersi che si trovavano sul ponte al momento del crollo. “Tutti i membri dell’equipaggio della nave sono rimasti illesi”, fa sapere la compagnia. Le condizioni non sono sicure neanche per i soccorritori a causa di "alcuni carichi" rimasti appesi alla struttura, e per le condizioni di visibilità limitata e il rischio di congelamento di chi è in acqua.

Il portavoce dei vigili del fuoco di Baltimora, Kevin Cartwright, lo ha definito fin da subito “un evento di perdite di massa”. Per il sindaco di Baltimora, Brendon Scott, si tratta di una “tragedia inconcepibile”. Il governatore del Maryland, Wes Moore, ha proclamato lo stato d'emergenza, mentre la Casa Bianca dichiara di “star seguendo da vicino la situazione”. 

Approfondisci:

Ponte crollato a Baltimora, la nave cargo aveva già urtato una banchina nel porto di Anversa

Ponte crollato a Baltimora, la nave cargo aveva già urtato una banchina nel porto di Anversa

La nave cargo colpisce il ponte di Baltimora
La nave cargo colpisce il ponte di Baltimora

La dinamica 

La nave Dali che ha provocato il crollo del Francis Scott Key Bridge di Baltimora sembra aver perso energia ed essere andata fuori rotta subito prima dell'impatto con uno dei piloni del ponte. In un video ripreso da telecamere di sicurezza si vede anche il mercantile, che aveva a bordo numerosi container diretti a Colombo in Sri Lanka, emettere una colonna di fumo scuro prima dell'impatto. La perdita di corrente sembra essere avvenuta alle 01:24:32 ora locale per circa 60 secondi. Un minuto dopo la nave emette fumo nero. Le luci si spengono di nuovo per una seconda volta due minuti prima dell'impatto. La Dali ha urtato il ponte alle 01:28:44, circa mezz'ora dopo aver lasciato il porto di Baltimora, e il ponte è crollato quattro secondi dopo. 

È emerso che la nave ha lanciato un allarme prima di impattare sul ponte, segnalando un problema elettrico. In questo modo, è stato possibile bloccare l’afflusso di altri veicoli sul ponte, salvando numerose vite. 

A causa della "perdita di propulsione", la nave portacontainer Dali aveva "perso il controllo” e per questo “aveva avvisato le autorità del rischio di collisione”. La nave, inoltre, non era guidata da un membro dell'equipaggio, ma da “piloti locali” appositamente utilizzati "per evitare incidenti come quello avvenuto”, ha detto il segretario ai Trasporti del Maryland Paul Wiedefeld.

L'Fbi esclude che ci siano "legami con il terrorismo in questo momento", ma le indagini sono acnora in corso.

Il Francis Scott Key Bridge di Baltimora in una foto di archivio
Il Francis Scott Key Bridge di Baltimora in una foto di archivio

La mappa del crollo 

Il Francis Scott Key Bridge a Baltimora nel Maryland fa parte dell'Interstate 695, attraversa il fiume Patapsco nel porto della città.

Il tipo di nave cargo 

Il Francis Scott Key Bridge di Baltimora, su cui passa la I-695, è stato urtato da il mercantile Dali battente bandiera di Singapore lungo 300 metri. Lo ha detto il portavoce della Guardia Costiera. Una larga chiazza di carburante diesel è stata segnalata nel fiume.

Il sindaco di Baltimora: tragedia inconcepibile

"Questa è una tragedia inconcepibile... i nostri pensieri vanno alle persone coinvolte”, ha commentato il sindaco di Baltimora, Brendon Scott.

Casa Bianca: nessuna indicazione su incidente doloso

La Casa Bianca "segue da vicino" gli sviluppi dopo il crollo del Francis Scott Key Bridge di Baltimora e fa sapere che "non ci sono indicazioni di un incidente doloso". La Guardia Costiera Usa prosegue le operazioni di ricerca e soccorso e la Casa Bianca è in contatto con il governatore del Maryland, Wes Moore, e il sindaco di Baltimora, "per offrire tutta l'assistenza federale necessaria". "I nostri pensieri vanno alle famiglie di coloro che risultano dispersi a causa di questo incidente terribile".

Tajani: “Italia vicina agli Stati Uniti” 

"Una preghiera per le vittime del tragico incidente accaduto al ponte di Baltimora. Nella speranza che i dispersi stiano bene, esprimo a nome del Governo italiano la nostra vicinanza agli Stati Uniti”, ha scritto su X il ministro degli Esteri Antonio Tajani.

Notizia in aggiornamento