Venerdì 24 Maggio 2024

Sydney, la poliziotta-eroina che ha affrontato da sola e neutralizzato l’attentatore. “Ha salvato tante vite”

L’agente ha offerto anche primo soccorso alle persone ferite e allo stesso responsabile dell’attacco

Sydney, 13 aprile 2024 – Ha rischiato la sua vita fronteggiando l’attentatore che nel pomeriggio australiano ha attaccato con un coltello diverse persone al centro commerciale Westfield Bondi Junction, uccidendo 6 persone e ferendone 7. Si tratta di un’agente della polizia del New South Wales, che si è precipitata sulla scena in pochi minuti, guadagnandosi l’appellativo di “eroina” da parte del primo ministro Anthony Albanese.

Approfondisci:

Sydney, attacco in centro commerciale: 6 vittime. Morta la madre della neonata ferita. Ucciso il killer

Sydney, attacco in centro commerciale: 6 vittime. Morta la madre della neonata ferita. Ucciso il killer
I soccorsi e l'attentatore ripreso dalle telecamere di sorveglianza (Ansa)
I soccorsi e l'attentatore ripreso dalle telecamere di sorveglianza (Ansa)

“L'ufficiale è stata chiamata sul luogo dell'aggressione dalle persone che si trovavano nel centro commerciale e ha agito salvando la vita di numerose persone”, ha dichiarato Anthony Cooke delle forze dell’ordine locali. Stando al Daily Mail, tutto ciò che l’agente ha fatto è stato chiedere all’attentatore di “mettere giù” il coltello. E mentre l’uomo avrebbe alzato l’arma contro di lei, l’ufficiale gli ha sparato un colpo al petto, facendolo cadere. La stessa ha poi cercato di salvargli la vita, praticando su di lui il massaggio cardiopolmonare, ma senza successo. Resasi conto che non c’era più nulla da fare per l’attentatore, la poliziotta si è precipitata in aiuto degli altri feriti, praticando anche su di loro le manovre salvavita. 

"È certamente un’eroina – ha lodato il primo ministro Albanese – Non c’è dubbio che grazie alle sue azioni abbia salvato diverse vite”. “La giornata di oggi ci ricorda che le persone che indossano un'uniforme sono persone che si gettano nel pericolo, non ne fuggono”, ha aggiunto il premier. 

L’attentatore non è stato ancora identificato dalla polizia, e al momento diverse persone si trovano ancora in ospedale, tra cui un neonato di 9 mesi che ha perso la mamma nell’attacco. Le indagini stanno andando avanti e non si esclude nessuna ipotesi

Se vuoi iscriverti al canale WhatsApp di Qn clicca qui