Lunedì 17 Giugno 2024

Elezioni, gli scienziati hanno valutato i programmi dei partiti sul clima

Prima in classifica l'alleanza tra Verdi e Sinistra italiana, ultima invece la coalizione di centradestra: ecco i criteri usati dagli esperti

Un gruppo di 20 scienziati ed esperti sul clima e l’energia ha valutato i programmi e gli impegni per la salvaguardia dell’ambiente dei partiti in campagna elettorale. Le valutazioni sono state promosse dall’Italian Climate Network e da Climalteranti.

Dall’analisi emerge che l’Alleanza Verdi Sinistra e il Partito democratico hanno preso i maggiori impegni in materia di clima, seguiti da Unione popolare, +Europa e Movimento 5 stelle. Chi ha preso meno della “sufficienza” (del 6) sono Azione e Italia viva, Italexit e infine la coalizione di centrodestra, all’ultimo posto.

Il gruppo di scienziati ed esperti è stato diretto da Stefano Caserini, Mitigazione dei cambiamenti climatici del Politecnico di Milano. Per valutare i programmi sono stati utilizzati i seguenti 10 criteri (ognuno valutato da 1 a 10).

1) Centralità del cambiamento climatico nel programma.

2) Quanto il cambiamento è settoriale o inserito invece anche nello sviluppo socio-economico.

3) Ambizione in termini di riduzione delle emissioni di gas serra.

4) Fuoriuscita dai combustibili fossili, come nuove centrali a gas o rigassificatori.

5) Quanti investimenti pubblici sono previsti per contrastare il cambiamento climatico (anche in termini di incentivi e disincentivi).

6) Equità e disuguaglianza in tema di transizione ecologica (in altre parole, su chi peseranno le politiche sul clima).

7) Quanto il programma sposta la transizione ecologica in tempi non identificati o con modalità non ancora disponibili.

8) Quando l’azione sul clima è inserita nel contesto internazionale, nonché nei patti e nelle convenzioni stipulate per ridurre i gas serra.

9) Negazionismo, cioè quando nel programma trovano spazio argomentazioni che mettono in discussione il riscaldamento globale.

10) Inattivismo, ovvero quanto nel programma si sposti la responsabilità su altri attori o si enfatizzano pericoli e costi della transizione ecologica.