Bper (in foto l’ad Vandelli) chiude i primi 9 mesi del 2020 con un utile netto di 200,6 milioni, "sostenuto da una buona capacità di generare ricavi e un efficace controllo dei costi di gestione". L’utile del terzo trimestre si attesta a 95,6 milioni. Sul risultato "influiscono oltre ai contributi ai fondi sistemici per 64,7 milioni, alcune componenti non ricorrenti, già contabilizzate nel primo semestre, quali rettifiche addizionali su crediti per oltre 90 milioni relative al peggioramento del contesto macroeconomico causa emergenza sanitaria".