Giovedì 18 Aprile 2024

L’elettrico conquista anche le muscle car. La svolta Daytona

Dodge Charger Daytona è la prima muscle car americana elettrica, un salto epocale, anche se avrà versioni termiche. Nasce sulla...

L’elettrico conquista anche le muscle car. La svolta Daytona

L’elettrico conquista anche le muscle car. La svolta Daytona

Dodge Charger Daytona è la prima muscle car americana elettrica, un salto epocale, anche se avrà versioni termiche. Nasce sulla nuova piattaforma STLA Large di Stellantis, che sarà anche delle prossime Alfa Romeo Giulia e Stelvio, fornendo prestazioni eccezionali. La prima versione è la Charger Daytona EV Scat Pack, a doppio motore elettrico e trazione integrale, capace di erogare 680 cavalli e 850 Nm di coppia e di accelerare da 0 a 60 miglia (96,5 km/h) in 3,3 secondi. Poi c’è la R/T, sempre dual motor, da 503 cavalli.

Il CEO del Marchio, Tim Kuniskis, ha annunciato che la Charger elettrica sarà più rapida di tutti i precedenti modelli a benzina, anche quelli col V8 Hellcat. In futuro c’è da aspettarsi versioni con prestazioni ancora più estreme. La batteria è da 94 kWh, l’autonomia dichiarata va da 418 a 510 km. Sarà disponibile inizialmente a due porte da fine 2024 anche a quattro porte. Lo stile richiama i modelli storici, con tocchi vintage, ma con aerodinamica molto curata: è lunga ben 5,25 metri.

Per le partenze brucianti al semaforo c’è il tasto Powershot che fa schizzare in alto la potenza di 41 cv % per 15 secondi. Presenti anche le funzioni Drift, per le derapate, e Donut, per le ’ciambelle’ fumanti. Ma soprattutto ci sono le versioni termiche. Addio al V8, ma c’è il V6 Hurricane bi-turbo di 3 litri, in due versioni che arriva fino a 558 cavalli di potenza. Dedicata ai puristi.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro