Martedì 25 Giugno 2024

Il futuro dell’ambiente. Mobilità e inquinamento. Un legame strettissimo

La ricerca evidenzia che la mobilità è la principale fonte d'inquinamento. La mobilità sostenibile richiede una visione ampia e equilibrata degli impatti ambientali, sociali ed economici. L'automobile, nonostante i suoi svantaggi, rimane il mezzo preferito. La mobilità in aria e in acqua presenta vantaggi e rischi diversi.

Il futuro dell’ambiente. Mobilità e inquinamento. Un legame strettissimo

Il futuro dell’ambiente. Mobilità e inquinamento. Un legame strettissimo

La mobilità è la maggiore fonte d’inquinamento. A dirlo è la ricerca ’Dalla mobilità elettrica alla mobilità sostenibile’ promossa da ConsumerLab e realizzata da Markonet. Quella elettrica non può essere centrale nel dibattito sulla mobilità perché ha ancora lati corti e oscuri; serve una visione una ampia per capire meglio la situazione e adottare scelte consapevoli. La mobilità sostenibile – secondo la ricerca – è il risultato della governance equilibrata degli impatti ambientali (esempio: inquinamento, paesaggio), sociali (esempio: incidentalità, divari di fruibilità) ed economici (esempio: utilità, sviluppo locale) relativi ai sistemi infrastrutturali che consentono la movimentazione di persone e merci su gomma, ferro, acqua e aria.

La ricerca pone le basi per contribuire alla valutazione degli impatti utili alla definizione di un piano per lo sviluppo infrastrutturale che tenga conto delle conseguenze per il futuro nelle scelte di priorità tra i diversi sistemi. Nonostante sia più rischiosa (incidenti), costosa (esercizio, manutenzione e ammortamento), inquinante (impatto infrastrutturale nel territorio, emissioni CO2, rilascio di polverino derivante da pneumatici, freni e asfalto) e impegnativa (guida in proprio) l’automobile rimane il mezzo preferito dai Consumatori. Il numero delle auto è un vero problema per il parcheggio; circa la metà delle strade e piazze è coperta di auto, troppe volte al posto di alberi.

Anche la mobilità in aria ha un importante impatto ambientale a causa delle elevate emissioni di CO2 ma, considerata nel complesso, è la tipologia di mobilità con più vantaggi e meno rischi, almeno per le tratte oltre 500 km. Sotto il punto di vista della sicurezza, la mobilità in acqua è allo stesso livello della mobilità in aria ma presenta ulteriori vantaggi nel trasporto merci, soprattutto per le lunghe distanze.