I metalmeccanici italiani, azionisti di Microsoft, contro lo stipendio di lusso del Ceo

Cometa, fondo pensionistico dei metalmeccanici, possiede un pacchetto azionario dell’azienda fondata da Bill Gates. Il Ceo Satya Nadella prende 48,5 milioni di dollari

Roma, 11 dicembre 2023 – Il Fondo Cometa dice basta. Il principale fondo pensione italiano, con circa 480mila aderenti e 13 miliardi di risparmio previdenziale gestito, si è dichiarato pronto a opporsi nientemeno che a Microsoft, esercitando il proprio diritto di voto all’assemblea annuale degli azionisti. Il fondo possiede un pacchetto di azioni di oltre 130 milioni di dollari e ha promesso di votare contro i compensi corrisposti al presidente e ceo Satya Nadella per l’esercizio 2022/2023, pari a 48,5 milioni di dollari americani, circa 250 volte il salario mediano dei dipendenti del colosso.

Il Ceo di Microsoft Satya Nadella
Il Ceo di Microsoft Satya Nadella

Il fondo complementare per i lavoratori dell’industria metalmeccanica ha espresso la sua preoccupazione riguardo una serie di materie. Oltre alla retribuzione di Nadella, Cometa si opporrà anche alla sua rielezione a consigliere, poiché “la combinazione del ruolo di presidente del cda e ceo nella stessa persona pone significativi rischi di potenziali conflitti di interesse”, si legge in un comunicato. L’assemblea si è tenuta il 7 dicembre, ma al momento non sono ancora pubblici i risultati delle votazioni. Cometa si sbarazzerebbe anche di Deloitte, il revisore del gruppo da 37 anni, dato che secondo il fondo le migliori pratiche internazionali non superano i 10 anni.

Intanto Cometa esorta l’azienda di Redmond a intervenire sulle proprie criticità in diversi altri ambiti, come i diritti umani, governance o i potenziali rischi di disinformazione legati all’intelligenza artificiale di ChatGPT.

Approfondisci:

La donna che lotta conto i colossi Big Tech: Lina Khan e le accuse contro Amazon

La donna che lotta conto i colossi Big Tech: Lina Khan e le accuse contro Amazon

Ad esempio, il fondo sarebbe favorevole all’analisi e alla valutazione indipendente dei problemi derivanti dall’insediamento di data center in Paesi ad elevato rischio di violazione dei diritti umani. Analogamente, Cometa appoggia la richiesta che il cda commissioni un’analisi terza sui rischi reputazionali e finanziari derivanti dal coinvolgimento di Microsoft nell’industria militare. I metalmeccanici italiani si uniscono, inoltre, all’azionista Arjuna Capital per chiedere la pubblicazione di una valutazione annuale dei rischi operativi, finanziari e sociali legati ai fenomeni di misinformazione e disinformazione generati dall’intelligenza artificiale.

I firmatari della proposta vogliono che il rapporto indichi anche le azioni concrete che la società intraprende per mitigare tali rischi.

“Con il voto in Microsoft si conclude il primo anno della nostra Politica di Voto, che ci ha visti prendere posizione in oltre 150 aziende dove abbiamo portato avanti e sostenuto i valori fondanti del CCNL metalmeccanico”, ha dichiarato Riccardo Realfonzo, presidente del Fondo Cometa. “Siamo stati apripista in Italia e riteniamo di aver dato un segnale forte al mercato e a tutti gli stakeholder”, ha aggiunto.  

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro