Open Fiber è stata certificata Top Employer 2020. Il Top Employers Institute, ente che si occupa a livello globale dell’eccellenza delle pratiche HR, ha già certificato oltre 1.600 aziende in 119 Paesi nei 5 continenti. Le aziende che ottengono la certificazione si distinguono per l’impegno a fornire le migliori condizioni di lavoro ai propri dipendenti e per l’attuazione di Best Practice che puntano sulla centralità della persona.

In tale contesto Open Fiber è stata selezionata perché, fin dalla sua nascita, la strategia della Direzione Risorse Umane ha privilegiato una modalità d’azione all’avanguardia e strettamente correlata all’individuazione e al soddisfacimento delle diversificate esigenze della popolazione aziendale, sottolinea in una nota la società. Metodologie innovative per l’analisi di bisogni e competenze del personale sono alla base del lavoro svolto. Ascolto, empatia, focus su obiettivi, risultati e soprattutto accoglimento e trasformazione dei suggerimenti provenienti dal personale in efficaci indicatori strategici.

«Ricevere questo attestato ci rende fieri e dimostra – afferma Ivan Rebernik (nella foto), direttore HR Open Fiber – che l’impegno messo in campo in pochi anni di attività ha già dato importanti risultati. Gestire le risorse umane non significa solo attenzione a Welfare, Wellness e Wellbeing, questo è solo il punto di partenza. La vera sfida è riuscire ad ascoltare tutti e dare risposte ad hoc e tempestive».