Sabato 22 Giugno 2024

Banca Generali: raccolta netta di 648 milioni

Banca Generali ha registrato una raccolta netta di 648 milioni di euro a maggio, in calo rispetto al 2023 ma con un saldo positivo di 2,94 miliardi da inizio anno. La domanda di prodotti di investimento è in forte ripresa, con flussi più che raddoppiati. L'ad Gian Maria Mossa ha sottolineato la crescita sia per volumi che per qualità, con un ritorno d'attenzione alle soluzioni gestite.

Banca Generali: raccolta netta di 648 milioni

Banca Generali: raccolta netta di 648 milioni

Nel mese di maggio Banca Generali ha realizzato una raccolta netta di 648 milioni di euro, in calo rispetto ai 742 milioni dello stesso periodo del 2023, con un saldo positivo da inizio anno di 2,94 miliardi, in crescita del 7% sullo scorso anno. La composizione della raccolta, si legge in una nota, conferma la forte ripresa della domanda di prodotti e servizi di investimento (asset under investments) con flussi più che raddoppiati sia a maggio (278 milioni, +100%) che da inizio anno (1.183 milioni, +175%). Per quanto attiene gli ‘altri attivì, si conferma un processo di normalizzazione dei flussi nei conti amministrati e della liquidità: la raccolta netta complessiva è stata pari a 1,8 miliardi da inizio anno, rispetto ai 2,3 miliardi del 2023, con un ridimensionamento dei flussi dei conti amministrati (1,5 miliardi, rispetto ai 3,1 miliardi del 2023) e un aumento della liquidità (235 milioni da inizio anno rispetto a 0,8 miliardi di deflussi nel 2023).

"Stiamo accelerando nella crescita sia per volumi, sia per qualità con un progressivo ritorno d’attenzione alle soluzioni gestite – ha commentato l’ad Gian Maria Mossa – Le prospettive di allentamento dell’inflazione e delle politiche monetarie, unite alla forza dei mercati azionari, stanno spingendo la domanda di consulenza verso gli strumenti meglio diversificati e in grado di cogliere le tendenze del momento".

red. eco.