Domenica 16 Giugno 2024

Amazon taglia altri 9mila posti di lavoro

Jessy: "Decisione difficile per il bene della società"

Amazon (Ansa)

Amazon (Ansa)

Roma, 20 marzo 2023 -  Scure di Amazon che taglia altri 9.000 posti di lavoro. Lo afferma l'amministratore delegato Andy Jassy ai dipendenti. "Vi scrivo per condividere che intendiamo eliminare altre 9.000 posizioni nelle prossime settimane. Questa è una decisione difficile ma che riteniamo sia per il bene della società nel lungo termine", si legge nella comunicazione di Jassy.  I nuovi tagli seguono il ciclo di licenziamenti iniziato lo scorso novembre e prorogato fino a gennaio, dove sono state tagliate le posizioni di oltre 18.000 dipendenti. L'ultimo round avrà un impatto principalmente sul cloud computing di Amazon, sulle risorse umane, sulla pubblicità e sulle attività di live streaming di Twitch, ha dichiarato Jassy nella nota. Il titolo di Amazon perde oggi circa l'1,5%.

Pochi giorni fa la decisione di Meta di chiudere 10mila posizioni. "Il 2023 è l'anno dell'efficienza", ha detto Marck Zuckerberg. E il titolo, subito dopo l'annuncio dei licenziamenti da parte della controllante di Facebook, Instagram e Whatsapp, è schizzato a Wall Street.

Il comunicato di Jassy

"Poiché la settimana scorsa abbiamo concluso la seconda fase del nostro piano operativo, vi scrivo per comunicarvi che nelle prossime settimane intendiamo eliminare altre 9.000 posizioni, soprattutto nei settori Aws, Pxt, Advertising e Twitch". Sono queste le parole con cui il Ceo Jassy annuncia la stretta, definendola "una decisione difficile, ma che riteniamoche sia la migliore per l'azienda a lungo termine".

E aggiunge: "Nell'ambito del nostro processo di pianificazione annuale, i leader dell'azienda lavorano con i loro team per decidere quali investimenti effettuare per il futuro, dando priorità a ciò che conta di più per i clienti e per la salute a lungo termine delle nostre attività. Per diversi anni prima di questo, la maggior parte delle nostre attività ha aumentato significativamente il personale. Ciò aveva senso alla luce di quanto stava accadendo nelle nostre aziende e nell'economia in generale. Tuttavia, data l'incertezza economica in cui viviamo e l'incertezza che regna nel prossimo futuro, abbiamo scelto di razionalizzare i costi e l'organico. Il principio fondamentale della nostra pianificazione annuale di quest'anno e' stato quello di essere più  snelli, ma di farlo in modo da poter investire in modo robusto nelle esperienze chiave a lungo termine per i clienti, che riteniamo possano migliorare significativamente la vita dei clienti e di Amazon nel suo complesso". "A chi e' stato colpito da questi tagli, - conclude Andy Jassy - voglio ringraziarvi per il lavoro che avete svolto per conto dei clienti e dell'azienda. Non è mai facile dire addio ai nostri collaboratori e ci mancherete. Per coloro che continueranno a lavorare con noi, non vedo l'ora di collaborare con voi per semplificare la vita dei clienti ogni giorno e inventare nuovi progetti senza sosta per farlo"