Mercoledì 29 Maggio 2024

Meta licenzia altri 10mila dipendenti. E il titolo vola a Wall Street

L'annuncio di Mark Zuckerberg. Verranno chiusi anche 5mila ruoli aggiuntivi aperti, ma non ancora assunti. Nessun taglio nel settore che sviluppa il metaverso

Gli uffici Meta a Chicago (Imagoe)

Gli uffici Meta a Chicago (Imagoe)

Roma, 14 marzo 2023 - Nuovi pesanti tagli in arrivo per Meta Patlform. Il gruppo intende tagliare altri 10mila dipendenti nei prossimi mesi, una scure che cala sulla forza lavoro del colosso di Mark  Zuckerberg dopo che già altri 11mila impiegati erano stati licenziati in novembre. Si trattò, allora, di una riduzione complessiva del 13% del personale. Parallelamente, Meta chiuderà anche 5mila ruoli aggiuntivi aperti e non ancora assunti. Lo ha annunciato lo stesso Zuckerberg con un post sul suo blog personale. 

I piani di ristrutturazione saranno incentrati "sull'annullamento di progetti con bassa priorità e sulla riduzione dei nostri tassi di assunzione". Per velocizzare il processo decisionale verranno rimossi anche livelli di middle management e si prevede di chiudere altri 5.000 ruoli aperti che non sono stati ancora ricoperti.

Zuckerberg, ha definito il 2023 "l'anno dell'efficienza", in cui l'azienda mirerà a diventare "un'organizzazione più forte e più agile". Restano attivi tutti i settori impegnati nel costruire il metaverso e la realtà aumentata.

Wall Street

Dopo l'annuncio dei nuovi tagli, il titolo di Meta è schizzato in avvio a Wall Street: +5,6%, per poi toccare anche il +6,15% sullo S&P 500. Segno che i mercati accolgono con favore la mossa di Zuckerberg. Il titolo è tra i migliori dell'indice, l'unico a non far parte dei settori finanziario e bancario, che rimbalzano oggi dopo i crolli e la paura di ieri. La holding a cui fanno capo Facebook, WhatsApp e Instagram dall'inizio dell'anno guadagna quasi il 60% e ha ormai recuperato le perdite accumulate negli ultimi 12 mesi.