Roma, 6 marzo 2021 - E' sempre più difficile orientarsi nella mappa a colori dell'Italia ai tempi del Coronavirus: alle ordinanze del ministro della Salute che assegnano le fasce di colore su base regionale (bianca, gialla, arancione e rossa), bisogna anche tenere conto delle ordinanze locali che creano nuove sfumature cromatiche (arancione scuro soprattutto) su base territoriale con le relative differenze nelle restrizioni. Vediamo quindi di capire allo stato attuale (sabato 6 marzo) qual è la mappa Covid dell'Italia.

Il bollettino Covid del 7 marzo

Dpcm: lockdown o coprifuoco anticipato. Draghi studia nuove restrizioni

Seconde case: sì in zona rossa. Le nuove Faq del governo

Zona rossa e arancione scuro: regole e differenze

Sardegna

Cominciamo dalla Sardegna, la sola regione in zona bianca. Sull'isola ci sono stati tre focolai che hanno richiesto la zona rossa a Bono, la Maddalena e San Tedoro. Vengono meno le restrizioni ma le discoteche comntinuano a restare chiuse. Per quanro rigurìuarda piscine e palestre inn goni caso dovranno esseerci protoccoli speciali.

Emilia Romagna

Le cose vanno malissimo in Emilia Romagna che venerdì ha mantenuto l'arancione su base regionale. I contagi sono in crescita. Aumentra lo stress sugli ospedali e il governatore Stefano Bonaccini è corso ai ripari e l'Emilia Romagna è diventata Arlecchino. Attualmente le uniche province arancioni sono Piacenza, Parma e Ferrara. Da giovedì scorso sono in zona rossa Bologna e Modena, mentre Reggio Emilia è in arancione scuro. Da lunedì prossimo entra in zona rossa tutta la Romagna (Forlì/Cesena, Ravenna e Rimini). In  arancione scuro e rosso si potrà uscire di casa solo per i motivi di lavoro, salute e necessità.

Una delle due differenze essenziali riguarda i negozi: in arancione scuro restano aperti mentre in rosso sono aperti solo "i negozi di generi alimentari, le farmacie e le parafarmacie, i fornai, i rivenditori di mangimi per animali, le edicole, i distributori di carburante per autotrazione ad uso pubblico, il commercio al dettaglio di materiale per ottica, la produzione agricola e l’allevamento, i servizi di rifornimento dei distributori automatici di sigarette, i servizi di rifornimento delle banconote agli sportelli dei Bancomat e Postamat, le attività di trasporto connesse al rifornimento di beni essenziali".

L'altra la scuola: tutte le scuole chiuse, in zona rossa stop anche agli asili. Un allegato all'ordinanza vieta anche lo spostamento nelle seconde case. Non si può andare a casa di amici e parenti.

Lombardia

Anche la Lombardia ha evitato venerdì la zona rossa. Però il governtaore Attilio Fontana ha deciso di mettere tutta la regione in zona arancione scuro. Quindi uniformità cromatica per i territori lombardi.  Con una differenza rispetto all'arancione scuro dell'Emilia Romagna: l'ordinanza della Lombardia non vieta gli spostamernti all'interno del Comune. Stop alla scuola, una sola pedrsona nei negozi. Divieto di spostamento nelle seconde case.

Covid, rara variante individuata a Varese: "Solo un altro caso al mondo"

Piemonte

Il governatore Alberto Cirio ha firmato un'ordinanza che mette il Piemonte in arancione scuro (qui cosa cambia e le regole) e 23 comuni in rosso (Crescentino è l'ultimo che si aggiunge a 3 comuni in provincia di Torino (Cavour, Bricherasio e Scalenghe), 12 comuni della Valle Po in provincia di Cuneo (Barge, Bagnolo Piemonte, Crissolo, Envie, Paesana, Gambasca, Revello, Martiniana Po, Oncino, Ostana, Rifreddo, Sanfront) e 7 comuni della Val Vigezzo, nel Vco (Re, Craveggia, Villette, Toceno, Malesco, Santa Maria Maggiore e Druogno).

Veneto e Friuli Venezia Giulia

Il Veneto e il Friuli Venezia Giulia passano da lunedì in zona arancione su tutto il territorio: ecco cosa cambia.

Marche

Le Marche restano in zona arancione ma il governatore Acquaroli ha firmato un'ordinanza che mette Ancona e Macerata in zona rossa (qui la mappa).

Alto Adige

La Provincia autonoma di Bolzano resta zona rossa fino al 14 marzo per ordinanza regionale. 

Campania

Da lunedì la Campania finisce tutta in zona rossa per ordinanza regionale. Quindi parrucchieri e barbieri chiusi. Sciole chiuse (anche i nidi).

Toscana

La Toscana resta zona arancione: niente zona rossa per Siena, Empoli e Prato. In rosso invece Pistoia. In 40 comuni scuole chiuse: qui l'elenco.

 

Basilicata e Molise

Basilicata e Molise sono entrambe sono già in zona rossa su tutto il territorio regionale.

Lazio

Il Lazio è rimasto in zona gialla, ma la Ciociaria è sotto osservazione: zona arancione per la provincia di Frosinone.  E cinque comuni in zona rossa in provincia di Frosinone, Roma e Latina.

Sicilia

Resta in zona gialla ma sono finiti in zona rossa due comuni del Palermitano.

Liguria

Rimane in zona gialla ma ci sono delle restrizioni da zona arancione rinforzata firmate dal governatore Toti per il ponente e in particolare per Sanremo.

Abruzzo

E' arancione con zione rosse. Rossa la provincia di Pescara. In provincia dell'Aquila sono rossi Ateleta e da domani anche i comuni di Cagnano Amiterno, Capitignano, Castelvecchio Subequo, Ovindoli, Pizzoli e Roccaraso. In provincia di Chieti rossi Bucchianico, Chieti, Francavilla, Lanciano, Miglianico, Ortona, San Giovanni Teatino, Torrevecchia Teatina e Ripa Teatina.

Provincia autonoma di Trento

Il Trentino è zona arancione.

Umbria

L'Umbria è arancione. Scuole paraltro chiuse a Perugia, aperte a Terni: qui la mappa.

Calabria

La Calabria è rimasta zona gialla ma il governatore Spirlì ha chiuso le scuole da lunedì 8 marzo, eccezion fatta per gli asili.

Puglia

La Puglia è rimasta gialla ma Bari e Taranti richiano l'arancvione su base locale.

Val 'Aosta

La Valle è ancora in zona gialla

La nuova mappa regionale d'Italia

Zona bianca: Sardegna.

Zona gialla: Calabria, Lazio, Liguria, Puglia, Sicilia, Valle d’Aosta.

Zona arancione: Friuli Venezia Giulia, Veneto, Abruzzo, Emilia Romagna, Lombardia, Marche, Piemonte, Toscana, Provincia Autonoma di Bolzano, Provincia autonoma di Trento, Umbria.

Zona rossa: Campania, Basilicata, Molise. 

Va sottolineato che poi ci sono da aggiungere le ordinanze locali con una differente sfumatura cromatica per singoli territori (arancione scuro).