Domenica 14 Aprile 2024

Le vampe di San Giuseppe infiammano Palermo, il video della guerriglia. Sassi e bottiglie contro la polizia

Gli agenti cercavano di impedire la pericolosa tradizione dei falò. Tre agenti feriti a Ballarò

La polizia in piazza a Palermo contro le 'vampe' di San Giuseppe

La polizia in piazza a Palermo contro le 'vampe' di San Giuseppe

Palermo, 19 marzo 2024 – Ballarò in fiamme ieri sera. Ma anche Kalsa, Oreto, Albergheria. Nei quartieri storici di Palermo le forze dell’ordine ha cercato di impedire la pericolosa tradizione delle ‘vampe’ di San Giuseppe,  falò o piuttosto piccoli incendi (‘vampe’ in dialetto siciliano’), che secondo il folklore locale vengono accesi la notte tra il 18 e il 19 marzo. E’ stata guerriglia urbana. 

I vigili del fuoco, scortati da polizia, carabinieri e guardia di finanza hanno sparato schiumogeno per evitare che la legna ammucchiata prendesse fuoco. Giovani palermitani hanno risposto con sassaiole e lancio di bottiglie. 

Nella piazza del quartiere arabo della Kalsa, hanno avuto la meglio i cosiddetti "devoti", che sono riusciti a incendiare la loro vampa. Falò accesi anche a Ballarò, nella zona del mercato storico, dove gli uomini dell'XI Reparto Mobile e della questura, sono stati bersagliati con uova, sassi e mobilio. Tre gli agenti feriti. Uno ha riportato un trauma a una spalla, uno alla caviglia sinistra, uno un forte trauma cervicale.

"Per l'ennesimo anno, a Palermo la vigilia di san Giuseppe è stata caratterizzata da scene di inaudita violenza contro le forze dell'ordine – tuona il segretario Provinciale Fsp Palermo, Antonino Piritore -  Quanto accaduto nel quartiere Ballarò è un fatto gravissimo che merita risposte rapide e decise".