Un uomo con giubbetto antiproiettile che si è definito un survivalista, ossia pronto ad un mondo post apocalittico, ha ucciso a colpi d’arma da fuoco quattro persone, tra cui un bimbo tra le braccia della madre, ferendo anche una ragazzina di 11 anni, a Lakeland, Florida. Lo rende noto lo sceriffo della contea di Polk. L’assalitore ha ingaggiato un conflitto a fuoco con gli agenti, prima di essere ferito e arrendersi, ma in ospedale ha tentato di rubare una pistola ad un poliziotto. Ha confessato di fare uso di metadone.

Nove ora prima una donna aveva chiamato la polizia, perché aveva ricevuto una chiamata da parte di un uomo. "Dio mi ha mandato qui – così avrebbe parlato la persona dall’altra parte della cornetta – per parlare con una delle tue figlie".

Appena sono stati sentiti gli spari, gli agenti si sono recati sul posto, dove hanno trovato l’aggressore armato di tutto punto e protetto da caschetto e giubbotto antiproiettile. "Era pronto a riceverci". L’uomo. una volta che è stato fermato, ha detto solo queste parole: "Sapete perché l’ho fatto".