Stava facendo jogging. Sbranato da tre rottweiler. I cani scappati da una casa

Trovato morto nella vegetazione. Sul corpo del 39enne ferite profonde. Gli animali sono stati sedati e catturati. I proprietari: "Mai stati aggressivi". .

MANZIANA (Roma)

Sbranato e ucciso da tre rottweiler mentre fa jogging nel bosco. È successo nel comune di Manziana, provincia di Roma, una decina di chilometri dal lago di Bracciano. Una classica corsa mattutina domenicale si è trasformata così in una tragedia. Vittima della furia dei tre cani, scappati da una casa vicina, Paolo Pasqualini, 39enne del posto. Il corpo è stato trovato in tenuta da corsa da un pastore, intorno alle 8.30, lungo uno dei sentieri, vicino a foglie, rami e cespugli. Sul volto e sulle braccia i segni dell’aggressione subita, indizio che abbia provato di difendersi. Ferite così profonde che ci sono volute ore prima che gli inquirenti riconoscessero la vittima.

Anche l’allevatore che passava di lì ha rischiato di essere sbranato. È riuscito però a difendersi grazie a un bastone, allontandando i tre rottweiler. Poi ha chiamato subito i soccorsi, insieme ad altri due testimoni che stavano passeggiando nel bosco: "Abbiamo sentito urlare e chiedere aiuto". Ma per il 118 non c’è stato nulla da fare. Una volta arrivato il 39enne era già morto.

Sotto choc l’intera comunità di Manziana, comune di circa ottomila abitanti. Il bosco Macchia Grande è solitamente frequentato anche dalle famiglie, essendo vicino al centro e alle abitazioni. E proprio da una casa vicina sono scappati i tre rottweiler. I cani infatti sono stati catturati, sedati e portati in un canile poco dopo l’aggressione, intorno alle 11.30. Per rintracciarli nel bosco e, di conseguenza, trovare i proprietari degli animali, sono intervenuti i carabinieri di Manziana, i forestali, i guardia parco, i veterinari, gli accalappia cani e il personale della Protezione civile. Gli ingressi dell’area, durante le ricerche, sono stati chiusi per evitare che ci fossero altre aggressioni.

Il proprietario dei tre rottweiler, che ora rischia di essere accusato di omessa custodia insieme alla compagna, non può credere in quello che è successo: "Non so come siano scappati. Sono disperato. Una domenica terribile. I miei cani non sono stati mai aggressivi". Le indagini dei carabinieri ora si concentreranno proprio su come i rottwiler siano riusciti a uscire dall’abitazione.

Increduli anche il sindaco Alessio Telloni e il vice Remo Fiorucci, entrambi sul luogo dell’aggressione. Proprio l’amministrazione, attraverso i social, ha parlato di "profonda tragedia che colpisce la nostra cittadina. Ci uniamo alla costernazione per l’accaduto". Il 39enne era conosciuto nella zona: lavorava come dipendente in un’attività commerciale e frequentava spesso il bosco per andare a correre. Almeno fino a ieri, fino alla furia dei tre cani sul suo corpo.