Domenica 26 Maggio 2024

Alessandra Ripoli è stata ritrovata a Napoli, il papà Silvio: “Ci siamo parlati, grazie a tutti”

La 21enne di Capaccio Paestum era scomparsa il primo aprile. E’ stata riconosciuta dalla Polfer alla stazione ferroviaria

Napoli, 16 aprile 2024 – Alessandra Ripoli è stata ritrovata a Napoli dalla polizia ferroviaria. La ragazza, 21 anni, di Capaccio Paestum (Salerno), era scomparsa il giorno di Pasquetta. Da allora gli appelli dei familiari e degli amici hanno inondato i social. 

Approfondisci:

Milena Santirocco scomparsa da Lanciano (Chieti), la sorella: “Sparito anche il suo account Facebook”

Milena Santirocco scomparsa da Lanciano (Chieti), la sorella: “Sparito anche il suo account Facebook”
Alessandra Ripoli, 21 anni, è stata ritrovata a Napoli
Alessandra Ripoli, 21 anni, è stata ritrovata a Napoli

"Alessandra è stata ritrovata, grazie di cuore a tutti”

"Alessandra è stata ritrovata... C'ho parlato… sta bene… grazie a tutti quelli che hanno condiviso e si sono impegnati per ritrovarla”, ha scritto il papà Silvio su Facebook. Proprio lui aveva lanciato un appello al Corriere di Salerno insistendo sulla necessità di cercare Alessandra, per aiutarla. Anche la mamma della 21enne aveva rivolto un appello accorato alla figlia dai giornali locali, “facci sapere se stai bene e se la scelta di allontanarti da casa è tua”.

“Grido a tutti con immensa gioia che Alessandra è stata ritrovata, grazie di cuore a tutti!", ha scritto la zia Francesca. Che tante volte in questi giorni si era rivolta alla nipote, in un dialogo fatto di amore e attesa. Il papà Silvio nel suo appello al Corriere di Salerno aveva insistito sulla necessità di cercare Alessandra, per aiutarla.

La scomparsa di Alessandra e le ricerche

Alessandra Ripoli non aveva più dato notizie di sé dal 1 aprile, quando aveva pubblicato una storia su Instagram da Napoli. Erano seguiti diversi avvistamenti, alcuni si sono poi rivelati infondati. Nelle ricerche erano impegnate le forze dell’ordine e l’associazione Penelope Campania. Ma la famiglia non era più riuscita a mettersi in contatto con lei. Fino all’epilogo. 

Clicca qui se vuoi iscriverti al canale WhatsApp di Qn