Martedì 18 Giugno 2024
STEFANO ZANETTE
Cronaca

Salvata bimba di un anno: vuole gettare la figlia dalla finestra, papà ubriaco bloccato con il taser

Il 40enne aveva aggredito la moglie, poi fuggita in strada con le altre due figlie più grandi. Immobilizzato dai carabinieri con una scarica elettrica. L’allarme dato da un vicino spaventato dalle urla.

di Stefano Zanette

STRADELLA (Pavia)

Solo lei è rimasta tranquilla, calma e sorridente. Persino divertita da quello che l’innocenza del suo solo anno di età le ha fatto forse intendere come se fosse un gioco. Senza per fortuna rendersi conto che il padre invece minacciava di lanciarla davvero dalla finestra, un volo dal terzo piano che non le avrebbe lasciato scampo. La bimba ne è poi uscita incolume, il genitore arrestato e finito in carcere.

L’allarme è stato dato da un vicino di casa preoccupato per le urla. Di notte, a Stradella, sono intervenuti i carabinieri, a un indirizzo già noto per precedenti episodi di lesioni e maltrattamenti in famiglia. In strada hanno trovato la donna, riuscita a scappare di casa insieme a due figlie di 12 e 14 anni.

Disperata per essere stata aggredita per l’ennesima volta dal marito ubriaco, rimasto all’interno dell’appartamento con la figlioletta più piccola, di solo un anno, che la madre non era riuscita a prendere con sé al momento della fuga. L’uomo, appena visti i carabinieri, si è sporto dalla finestra con tutto il busto, tenendo in braccio la bambina e minacciando di lanciarla nel vuoto se non se ne fossero andati tutti.

Attimi di terrore, con l’uomo che appariva fuori controllo. I militari si sono immediatamente posti sotto la finestra e mentre cercavano di tranquillizzare l’uomo venivano allertati i vigili del fuoco di Broni, intervenuti per scardinare la porta e consentire ai carabinieri di entrare nell’appartamento. Nel frattempo il padre alla finestra non si tranquillizzava affatto, anzi scagliava verso la strada vasi di fiori e anche la copertina rossa nella quale poco prima aveva mostrato avvolta la figlioletta, per creare allarme simulando di averla lasciata cadere. Scattato il blitz all’interno dell’appartamento, l’uomo non si arrendeva affatto e dopo essersi portato verso la porta per bloccare l’accesso dei carabinieri, tornava verso la finestra sempre con la piccola tra le braccia, minacciando ancora di buttarla nel vuoto.

I militari hanno quindi usato il taser in dotazione per immobilizzarlo e sono riusciti a recuperare la bambina sana e salva. C.M., 40enne romeno residente a Stradella, è stato arrestato in flagranza per maltrattamenti in famiglia e resistenza a pubblico ufficiale, portato nel carcere di Pavia in attesa della convalida.